AGGIORNAMENTO: PER TUTTE LE RISPOSTE DEL SUMMER FINALE DELLA STAGIONE 6 (CHI È CHARLES / A) LEGGETE QUESTO RECAP!

 

Dopo più di due anni e mezzo dal debutto della serie sulla ABC Family, è stata rivelata nell’episodio di ieri sera la misteriosa identità di A. e Pretty Little Liars conclude in bellezza la sua seconda stagione.

I fan della serie non devono aver paura però: la terza stagione dello show andrà in onda negli Stati Uniti a partire dal 5 giugno.

E così, come nel libro originale di Sara Shepard a cui la serie si ispira, Mona è A.

Non priva di sfocature e perplessità, la soluzione sembra essere tutt’altro che una rivelazione definitiva e convincente. Ma ricapitoliamo gli avvenimenti del finale della seconda stagione:

Le ragazze vengono invitate al ballo in maschera della Rosewood Junior Society con la “missione” di restituire ad A. ciò che gli era stato sottratto: il cellulare. Inizia così una lotta contro il tempo per identificare l’identità del misterioso tormentatore che porta Aria, Spencer, Emily e Hanna a fare check-in nell’inquietante Lost Woods Resort (un posto dove chi si presenta “non vuole essere trovato,” a detta del receptionist). La ricerca non porta da nessuna parte fino a che il giorno del ballo in maschera Spencer non arriva alla geniale conclusione che non era A. a spiare Alison, ma l’esatto opposto. In una seconda visita al motel, Spencer e Mona trovano la stanza di A., tappezzata da cima a fondo con foto di Alison e delle ragazze: e proprio quando Mona trova lo sketch dell’abito che sicuramente A. indossa al ballo in maschera a cui sono rimaste Emily, Hanna e Aria (un vestito da “cigno nero”), la carta di una gomma da masticare nel diario di Alison tradisce la vera identità di A.: Mona. E’ troppo tardi quando Spencer fa due più due, e si ritrova da sola nella stessa stanza col pericolo. Le motivazioni dietro alle azioni di Mona risiederebbero in una folle gelosia nei confronti di Hanna, unica sua amica, che le ragazze le avrebbero sottratto.

C’è da credere alla rivelazione dello show? Mona è veramente A.? Oppure è semplicemente stata “nominata” da A. quando invece il vero burattinaio è un altro? La frase finale di Mona (“ho fatto tutto ciò che mi hai chiesto”) sicuramente lascia aperti molti interrogativi.

Lunedì scorso la produttrice Marlene King ha dichiarato durante una presentazione della ABC Family che “A è una sola persona“, mettendo fuori gioco le speculazioni dei fan sul fatto che A. possa essere un gruppo di persone. Ma allora che cos’è il “Team A.” a cui Mona si è riferita durante l’episodio? Che cosa nascondevano al ballo Lucas, Jenna e il Cigno Nero? E chi è la persona con il cappotto rosso che ha fatto visita a Mona negli ultimi minuti dell’episodio? E che fine ha fatto il NAT Club?

Durante la stagione circa all’identità di A. sono sorti sospetti nei confronti di Melissa, Lucas, Noel, Mona, Jenna e Garrett (tra gli altri). Chi scrive, per ragioni più o meno valide, ha motivo di sospettare anche di Maya.

Nel frattempo Janel Parrish, l’attrice che interpreta Mona nella serie, è stata promossa a series regular e continuerà a giocare un ruolo importante nella terza stagione.

Il season finale della seconda stagione di Pretty Little Liars chiude in con il botto e lascia le porte aperte a un nuovo mistero con un nuovo assassinio: quello di Maya.

Una cosa è certa: attirando 3.7 milioni di spettatori, la puntata di due giorni fa ha segnato un record per la serie, conquistando il titolo di “secondo episodio più seguito” (il primo posto rimane assegnato a “Moments Later”, il primo episodio di gennaio della prima stagione). Secondo la ABC Family, la puntata ha anche generato quasi 645.000 post su Twitter. A un certo punto della serata sarebbe stata raggiunta una media di 32.000 tweet al minuto.

Fonte: TVLine