FUMETTI VIDEOGIOCHI TV CINEMA
Il nuovo gusto della tv!

Reminder: Suburgatory e 2 Broke Girls da questa sera su Mya

2_broke_girls_bannerino

Debutteranno questa sera su Mya (Mediaset Premium), a partire dalle 21:15, Suburgatory e 2 Broke Girls, le due sitcom che hanno debuttato in America in questa stagione, rispettivamente su ABC e CBS.

Entrambi gli show sono già stati rinnovati per il prossimo anno; qui di seguito le descrizioni ufficiali

Suburgatory

Il papà single George che vuole solo il meglio per la figlia 16enne, Tessa. Così quando trova una scatola di preservativi nel suo comodino decide di lasciare il loro appartamento di New York e di trasferirsi con lei in una casa di periferia. Ma tutto ciò che vede Tessa sono i giardini super curati e le mamme di plastica. Stare in un sobborgo può essere un vero inferno, ma potrà anche far avvicinare Tessa e George come mai prima.

Tessa (Jane Levy) e George (Jeremy Sisto) sono stati lasciati dalla loro mamma/moglie prima che Tessa potesse imparare ad usare il vasino. A lungo andare George è riuscito a fare un buon lavoro nel far crescere Tessa senza una figura materna, ma adesso inizia a sentirsi un pò fuori luogo. Quindi addio New York City e ciao sobborgo. All’inizio Tessa è inorridita dai capelli cotonati, e dalle madri con seni finti, nonché dai loro figli. Ma piano piano sia lei che suo papà iniziano a trovare un modo per sopravvivere tra le vie pulite del sobborgo. Certo, i vicini potrebbero soffocarvi con il loro amore mentre i loro figli vi pugnalano alle spalle ma, sotto tutta quella plastica e quella caffeina, non sono poi tanto male. E cucinano anche un ottimo arrosto

.

La storia di 2 Broke Girls è incentrata su due ragazze che hanno dei passati molto diversi – Max (Kat Dennings), povera dalla nascita, e Caroline (Beth Behrs) che, pur essendo nata in ricchezza, cade in disgrazia. Le due si ritrovano a lavorare in una tavola calda di Brooklyn, dove stringono una strana amicizia basata soprattutto sull’obiettivo di riuscire a trovare $250,000 per avviare un loro proprio business che – a loro parere – avrebbe tutte le carte in regola per diventare un vero successo.