FUMETTI VIDEOGIOCHI TV CINEMA
Il nuovo gusto della tv!

Star Wars, la serie in live action: Rick McCallum spiega cosa è andato storto

CoruscantAtNight

In questi anni si è molto parlato della serie tv in live action di Star Wars. La Lucasfilm è stata vicinissima a darle il via libera, tanto che un paio d’anni fa vennero effettuati anche sopralluoghi per le riprese, ma poi l’intero progetto è finito nel dimenticatoio nonostante moltissime puntate siano già state scritte.

Ora, durante la promozione del dvd di Red Tails, il produttore Rick McCallum spiega cosa è andato storto parlando a Den of Geek:

Il nostro problema principale è che Star Wars: Underworld presenta delle storie per adulti. E’ come se fosse Deadwood nello spazio. E’ qualcosa di veramente diverso rispetto a quello che avete sempre associato pensando a George Lucas e Star Wars. Non è una serie per ragazzi. Voglio dire, la speranza è che la vedano, ma il target non è assolutamente bambini di 8-9 anni. Ma il punto è che ciascun episodio – o due episodi messi assieme – rappresenta qualcosa di più colossale e ambizioso rispetto a qualsiasi altro film di Star Wars. Siamo ai livelli di Avatar, eppure il nostro budget si limita a 5-6 milioni di dollari a episodio.

…un budget che eguaglia quello stanziato da HBO per ogni episodio di Game of Thrones (il pilot costò 10 milioni, quello di Boardwalk Empire 18. Una puntata media di Fringe costa 4 milioni). McCallum continua:

Gli episodi sono quindi troppo costosi, e ci sono in ballo due questioni. La prima è il fatto che la televisione come la conosciamo ora sta per implodere. Ci sono i grandi network, che sono quelli ai quali dovremmo proporre la serie in quanto gli unici in grado di spendere cifre simili e raggiungere una grande fetta di pubblico, ma permettono di fare episodi di 42 minuti soltanto a causa della pubblicità. Poi ci sono le reti via cavo, che propongono serie molto ambiziose e provocatorie, ma hanno un pubblico di 1-2 milioni di persone. Hanno anche poco denaro a disposizione e spesso vogliono il controllo del materiale originale, cosa che per noi è inaccettabile.

Va detto che solitamente considerazioni di questo tipo si fanno prima di aver scritto una serie, coinvolto sceneggiatori e registi e lanciato la pre-produzione. Comunque la Lucasfilm sta attraversando un periodo di transizione passando dalle mani di George Lucas a quelle della produttrice Kathleen Kennedy, che molto probabilmente rilancerà la casa di produzione. Ovviamente, vi aggiorneremo in caso di sviluppi.

Fonte: Den of Geek