Manca pochissimo al ritorno di X-Files e dopo nove stagioni e due film siamo di nuovo pronti per accogliere sui nostri schermi di casa la coppia d’agenti dell’FBI più famosa della televisione: Mulder Scully.

Qualche giorno fa vi abbiamo proposto la lista dei migliori episodi della prima e della seconda stagione suddivisi secondo questa logica:

  • gusto
  • critica
  • la mitologia
  • gli imperdibili secondo i fan

Secondo queste quattro credenziali cercheremo di proporvi gli episodi da rivedere. Sicuramente troverete tutti quelli che hanno un filo conduttore essenziale, soprattutto per chi non avesse tempo di rivedere più di 200 episodi prima dell’inizio dell’atteso revival.

Ecco la lista degli episodi chiave della terza stagione.

STAGIONE 3 – SEASON PREMIÉRE (Il Rituale)

Ci ritroviamo nel preciso istante successivo della fine della seconda stagione. Un modo assolutamente efficace di far finire una stagione e di riprenderla poi con un cliffhanger lasciato totalmente irrisolto. La presunta morte di Mulder e i guai di Scully dopo essere soccorsa in suo aiuto portano questo inizio stagione ad un livello di tensione non indifferente. Siamo nel pieno della mitologia in classico stile X-Files: con i file proibiti nelle mani dei due agenti e con l’Uomo che Fuma alle loro calcagna la difficoltà dei due agenti di riuscire a passarla liscia è sempre più messa in grave pericolo. Ricordi, ipnosi, morti apparenti e inseguimenti sono gli ingredienti principali di questa season première. In questo primo episodio Scully perde un caro membro della sua famiglia, ossia sua sorella Melissa che viene scambiata per lei. E da qui già si intuisce che uno dei veri villain della stagione è Alex Krycek e sembra nascondere molto più di quello che è già apparente agli occhi di tutti.

STAGIONE 3 – SECONDO EPISODIO (Operazione Paper Clip)

Questo episodio è il seguito di “Ansazi” e de “Il Rituale”. Nel 1996 questo episodio insieme ai due precedenti è stato trasformato in un film e pubblicato in videocassetta col titolo X-Files: Il file da non aprire. Siamo ancora nel vivo: Scully, Mulder e Skinner affrontano per la prima volta insieme argomenti essenziali e totalmente rivelatori, tra cui il nome del presunto assassino del signor. Mulder. In questo straordinario episodio scopriamo l’identità di Vicotr Kempler e della sua operazione Paper Clip (un’operazione del governo degli Stati Uniti in grado di garantire un luogo sicuro ai criminali di guerra in cambio delle loro conoscenze scientifiche). Un episodio essenziale che fa amare ancora di più ai suoi telespettatori il personaggio di Skinner che finalmente sembra pronto a prendere le difese dei due agenti. In più anche per lui è diventata una priorità smascherare l’Uomo che Fuma. Ma non finisce qui perché un altro importantissimo personaggio fa la sua entrata: L’Uomo dalle mani curate, ossia un membro inglese del Consorzio, un’organizzazione in seno del Governo degli Stati Uniti che esiste per nascondere al pubblico i piani degli alieni di ripopolare la Terra.

STAGIONE 3 – NONO EPISODIO  (Autopsia di un Alieno I)

Spaventosamente intrigante: quel nastro contente all’interno il filmato di un autopsia di un alieno è tra le cose più geniali di questa serie. Questa insieme alla seconda stagione è decisamente la migliore. Un altro episodio che arricchisce in maniera unica la lotta dei due agenti nei confronti della verità, quella verità che imperterrita qualcuno tenta di nascondere. Straordinaria la scoperta dell’equipe medica chiamata 731: un equipe che conduceva esperimenti sugli esseri umani. Mulder scopre in realtà che il governo ha ucciso loro perché stavano provando a creare un ibrido umano-alieno. La fine dell’episodio è in classico stile X-Files, con quella scritta che lascia a bocca aperta ogni volta che sembra siano passati solo dieci minuti dall’inizio dell’episodio: ossia “To Be Continued”. L’ultima scena ci mostra Mulder che sale sul treno pur sapendo di correre un pericolo senza precedenti.

STAGIONE 3 – DECIMO EPISODIO (Autopsia di un Alieno II)

L’oggetto metallico prelevato dal collo di Scully fornisce più di una informazione essenziale. Un episodio frenetico che inizia con Mulder che è alla ricerca di Dott. Shiro Zama. Le cose che succedono sono molte a partire dalla scoperta del Centro di Ricerca per il morbo di Hansen in Virginia (un ex colonia di lebbrosi) fino ad arrivare poi a conoscere in maniera dettagliata l’Uomo con i Capelli Rossi. Un episodio estremamente importante che rende ancora più interessante il mondo degli X-Files, degli esperimenti mai conclusi a quelli interrotti, fino a giungere poi al rapimento di Scully e alla sua presenza di fronte ad un Anziano del Consorzio. Non c’è tempo per respirare un secondo e soprattutto fino all’ultimo istante Mulder rischia ogni cosa e se non fosse per la presenza di Mister X, quel treno avrebbe recato più danni che altro.

STAGIONE 3 – QUINDICESIMO EPISODIO (L’Ufo degli Abissi I)

Come ogni anno X-Files trova lo spazio e il tempo di parlare di strane malattie. Mulder e Scully come al solito vengono mandati ad indagare e il caso diventa sempre più complesso e intrigante dal momento che una persona del tutto sconosciuta entra in contatto con loro. Ma ancora più straordinario è quello che Skinner sembra essere pronto a subire pur di difendere la causa dei due agenti. Questo è il primo vero episodio in cui la sua vita è realmente messa in grave pericolo.

STAGIONE 3 – SEDICESIMO EPISODIO (L’Ufo degli Abissi II)

Anche qui siamo di fronte ad un altro episodio della mitologia essenziale nonché il seguito del precedente episodio che ci porta ancora più dentro al vivo della situazione. Ancora Mulder non è riuscito a capire l’origine della malattia e come al solito molte figure governative provano a vanificare i suoi sforzi. Insomma è assolutamente lo stile di X-Files. Mentre Skinner si salva dalla sparatoria in cui era stato coinvolto questo fa però intendere a Scully che la sua vita è ancora in pericolo e che è minacciato dagli uomini che hanno ucciso sua sorella. I membri della famiglia dei due agenti è decisamente messa in pericolo in questa stagione più che in ogni altra, a quanto pare però i due agenti non sono disposti a lasciare andare il loro compito, ossia quello di scoprire la verità.

STAGIONE 3 – DICIASSETTESIMO EPISODIO (Il Persuasore)

Come in ogni speciale c’è sempre l’episodio che non ha a che fare con la mitologia ma che rimane decisamente tra i preferiti di tutti. In questa stagione era assai difficile scegliere il migliore (Monsters of the week). Il persuasore è quel tipo di episodio che non ti fa venire voglia di saltare i cosiddetti episodi filler. Il nome del criminale dell’episodio è Pusher (nonché il titolo originale di questo episodio) un “uomo” che ha la capacità di modificare la volontà altrui tramite l’ipnotismo, e tramite esso riesce sempre a fuggire di prigione o invalidare i processi a suo carico. Le trappole in cui i due agenti finiscono sono tantissime e non sarà facile per loro risolvere il mistero. Nell’episodio c’è un cammeo di  Dave Grohl e sua moglie Jennifer Youngblood.

STAGIONE 3 – VENTIQUATTRESIMO EPISODIO (Il Guaritore)

Come al solito ogni finale di stagione è sempre più rivelatore dell’altro anche si fa sempre molta fatica ad apprendere a pieno la verità. Questo però è sicuramente l’episodio dove i due agenti sono ad un passo dallo scoprire la vera entità della cospirazione aliena. Ci si sorprende guardando questo episodio e si è ad un passo dalla risoluzione di molte faccende. Il personaggio di Jeremiah Smith rimane uno dei migliori (il guaritore) e una volta che i due agenti si rendono conto che non si tratta di un semplice essere umano, faranno di tutto pur di proteggerlo dal cacciatore di taglie alieno. In più Scully finalmente sembra trovarsi di fronte all’uomo che ha ucciso sua sorella.

  • L’episodio più visto della terza stagione negli Stati Uniti è “Il Rituale” che il 22 settembre del 1995 catturava l’attenzione di 19.94 milioni di telespettatori.

***

La nuova stagione di X-Files andrà in onda a partire dal 24 gennaio 2016 su FOX negli USA (il 26 in Italia), e vedrà il ritorno di Gillian Anderson e David Duchovny al fianco di Mitch Pileggi e William B. Davis. Tra le guest star Annet Mahendru, Joel McHale, Lauren Ambrose, Robbie Amell e Kumail Nanjiani.

Il creatore della serie Chris Carter ha scritto e diretto tre episodi del revival, mentre Glen Morgan,Darin Morgan e James Wong hanno scritto e diretto gli altri tre.