A un certo punto del revival di Gilmore Girls, Lauren Graham non farà da ‘genitore’ solo ad Alexis Bledel. TV Line ha infatti confermato la presenza di Mae Whitman, che in Parenthood ha interpretato per anni il ruolo della figlia del personaggio impersonato dalla Graham.

Ecco cosa riporta Michael Ausiello, editor in chief del noto sito web:

Due dei mondi televisivi amati da Lauren Graham stanno per collidere.
L’auto-proclamata fan di Gilmore Girls Mae Whitman — che ha interpretato la figlia della Graham in Parenthood per sei stagioni — farà un cameo nel revival in quattro parti di Netflix. Ho giurato di mantenere il segreto sul ruolo specifico della Whitman, ma ecco cosa posso dirvi: lei condivide un momento molto divertente (anche se piccolo) con la Graham che delizierà i fan di Parenthood.

Che ne pensate di questa notizia? Siete anche fan di Parenthood oltre che di Gilmore Girls? Ditecelo nei commenti!

Il revival di Gilmore Girls targato Netflix sarà composto da quattro episodi da 90 minuti che “concluderanno degnamente” la serie. Ogni episodio rappresenterà una stagione dell’anno: inverno (che sarà il primo), primavera, estate e autunno. Le “stagioni” saranno ambientate tutte ai giorni nostri, circa otto anni dopo la fine della serie su The CW.

Nel cast torneranno le protagoniste Lauren Graham e Alexis Bledel insieme a Scott Patterson, Kelly Bishop, Sean GunnKeiko Agena, Matt Czuchry, Liza Weil, Milo VentimigliaJared Padalecki (qui l’elenco completo degli attori che rivedremo) Al momento non è stata ancora stabilita né la data di lancio né un titolo definitivo.

Per l’occasione torneranno la creatrice Amy Sherman-Palladino e suo marito, il co-sceneggiatore e co-produttore Daniel Palladino, che nella serie originale scrisse, diresse e produsse a livello esecutivo gli episodi dal 2000 al 2007. I due sono autori del revival e sono attualmente impegnati a dirigere gli episodi.

A produrre la serie Dorothy Parker Drank Here Productions assieme alla Warner Bros. Television.

Fonte: TV Line