Attenzione: possibili spoiler sui personaggi della seconda stagione di Stranger Things

In Aliens, diretto da James Cameron nel 1986, Paul Reiser ha interpretato il malvagio Carter J. Burke. Oggi, dopo oltre 30 anni, l’attore è nel cast della seconda stagione di Stranger Things.

Lo stesso Ross Duffer, co-showrunner della serie, ha ammesso che il ruolo di Reiser sarà una sorta di omaggio proprio al personaggio di Burke:

Volevamo che la gente si chiedesse “C’è da fidarsi di questo tizio o si tratta di qualcuno simile a Burke?” Proprio Paul [Reiser] mi ha detto che James Cameron lo ingaggiò proprio perché pensava che la gente si sarebbe fidata di lui, e che dunque la sua evoluzione nel film sarebbe stata un plot twist.

Intervistato da Entertainment Weekly, Reiser ha rivelato di essere egli stesso all’oscuro di parte dei piani del suo personaggio:

Mi hanno detto chi avrei interpretato e che cosa avevano in mente. Era qualcosa di abbastanza nebuloso, sarei stato buono o cattivo? A essere onesti, ho letto solamente alcuni degli script quindi non lo so, e non so dirvi se anche loro lo sappiano o meno. Credo che parte di ciò che li ha stuzzicati sia stata l’opportunità di sfruttare il collegamento che la gente potrebbe fare tra me e Aliens, secondo il quale tutti dovrebbero dire “Ok, questo tizio non sta dalla parte dei buoni”. Non so dove vogliano andare a parare ma è un personaggio molto divertente da interpretare.

Su Badtv.it potete trovate la nostra recensione della prima stagione.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

La seconda stagione di Stranger Things sarà composta da nove episodi. Il suo arrivo su Netflix è previsto per il giorno di Halloween. Trovate tutte le notizie, gli approfondimenti e le recensioni sulla serie nella nostra scheda.

Fonte: EW