Greg Berlanti, ultimo Re Mida della televisione e padre dell’Arrowverse ha letteralmente rivoluzionato la programmazione di The CW che, anno dopo anno, sta cementificando sempre di più la sua fama di network dei supereroi. L’ultima serie in ordine di tempo a sbarcare su CW sarà, il prossimo anno, Black Lightning. In attesa che il San Diego Comic-Con ci riveli maggiori notizie sulla serie, se non un’anteprima del pilot, vediamo nel frattempo cosa sappiamo su questo nuovo show che andrà in onda nei primi mesi del 2018.

Lo show nasce dalla penna di Mara Brock Akil e Salim Akil, con il coinvolgimento di Berlanti, ed il suo pilot è stato originariamente ordinato dalla Fox a settembre del 2016. All’inizio di quest’anno, tuttavia, la Fox ha rinunciato al progetto e The CW è subentrata proponendo un nuovo copione ed ottenendo un ordine ufficiale in maggio. Come anticipato Black Lightning debutterà nel 2018 con il pilot diretto da Salim Akil e firmato da Salim e Mara Brock Akil.

Il nuovo dramma sarà basato sul personaggio della DC Comic creato da Tony Isabella e Trevor Von Eeden nel 1977 guadagnando il primato di primo eroe dell’universo DC afroamericano.
Questo quanto dichiarato a NerdHQ da Salim Akil in merito al nuovo show:
Sapevo fin troppe cose del mondo essendo cresciuto a Richmond ed i fumetti erano il modo migliore di evadere dalla realtà. Quando Black Lightning è stato creato io avevo circa 13 anni e finalmente vidi nascere un supereroe di colore a cui importava dei propri vicini e delle loro vite.” Akil, produttore esecutivo della serie assieme a Mara Brock Akil, Greg Berlanti e Sarah Schechter ha dichiarato che era giunto il momento per l’eroe che tanto aveva amato da ragazzo di avere una sua serie televisiva per “farlo tornare alla ribalta in un momento in cui la nostra società sembra mancare di speranza. Black Lightning sarà quella speranza e con la sua nuova tuta [aggiornata e disegnata per l’occasione da Laure Jean Shannon, costume designer di Iron Man] sarà in grado di trasmettere alla nuove generazioni che è arrivato il tempo di rimboccarsi le maniche e mostrare i propri poteri, diventando così l’eroe di tutti“.

La serie sarà girata ad Atlanta, ma ambientata a New Orleans e non farà parte dell’Arrowverse, così come dichiarato dal presidente del network Mark Pedowitz:
Almeno al momento Black Lightning non è considerato parte dell’Arrowverse. E’ una situazione separata, ma nel quarto trimestre ci sarà un grande crossover con gli altri quattro show“.

Sebbene sia questa serie che Arrow, The Flash, Supergirl e legends of Tomorrow siano caratterizzate da eroi mascherati, il tono del nuovo show sarà molto diverso dai quattro che lo precedono, almeno a giudicare dal lungo promo che è stato rilasciato da The CW. Il protagonista di Black Lightning sarà infatti un eroe di strada che affronterà problemi e nemici più realistici di assassini di professione, metaumani o alieni, proprio come il nemico che combatterà nella prima stagione, una gang chiamata “The One Hundred”, Jefferson Pierce, inoltre, non sarà un giovane uomo dal fascino inequivocabile, ma un uomo maturo di più di quarant’anni con figli già adulti (Cress Williams, che interpreta il protagonista Jefferson Pierce ha 47 anni), qualcuno che avrà in sostanza più cose in comune con Joe West che con Barry Allen. Il trend della serie è stato ulteriormente confermato dagli showrunner ospite nei giorni scorsi dell’ATX Television Festival ad Austin, Salim Akil e Mara Brock Akil hanno rivelato che la serie non avrà il classico “nemico della settimana”, ma che esplorerà il carattere e le motivazioni del cattivo di stagione – che sembra confermato essere Tobias Whale, leader dei The One Hundred – tanto quanto farà con il protagonista:
Questo sarà uno show basato sui personaggi, non so nemmeno se vedremo una lotta ogni settimana,” ha precisato Salim Akil intervistato dall’International Business Times. “Certamente non ci sarà il cattivo della settimana, è una cosa che non voglio fare. Vogliamo esplorare la natura dei personaggi, persino di quelli cattivi. penso che uno dei personaggi più interessanti al momento, almeno dal punto di vista narrativo, sia proprio Tobias, perché non ci limiteremo a mostrarlo in condizioni grottesche. L’odio che prova verso se stesso e gli altri ha un’origine ben precisa e noi vogliamo sapere perché è diventato l’uomo che è.
Nella serie Jefferson sarà un supereroe con la capacità di controllare l’elettricità che avrà lasciato il suo “lavoro” di supereroe da ormai nove anni per il bene della propria famiglia e che sarà tornato al suo ruolo di preside di una scuola superiore. Nonostante la decisione di appendere la tuta al chiodo, dopo la nascita di due figlie, Jefferson divorzierà dalla moglie Lynn (Christine Adams). La figlia maggiore Anissa (Nafessa Williams) insegna nella stessa scuola del padre mentre frequenta medicina ed è gay, il che darà agli autori spazio per trattare anche temi sociali che riguardano la comunità LGBT, la più piccola, Jennifer (China Anne McClain), è invece una brillante atleta.
La loro vita sembra scorrere tranquilla fino a quando la gang dei The One Hundred cercherà di reclutare uno dei migliori studenti della scuola di Jefferson, mettendolo nella posizione di dover indossare nuovamente il suo costume per proteggerlo.