Che il Pensatore sarebbe stato il nuovo antagonista di Barry Allen, alias The Flash, nella nuova stagione della serie, è ormai noto ai più, ma cosa sappiamo esattamente di questo personaggio e come interagirà con il protagonista dello show ed il resto del Team Flash?

CORRELATI – Comic-Con 2017, The Flash 4: rivelato il volto de Il Pensatore, ecco tutti i dettagli del panel!

Dal panel del San Diego Comic-Con di quest’anno e dalle interviste ai protagonisti che sono seguite, sappiamo che la quarta stagione riprenderà a sei mesi dalla scomparsa di Barry Allen, sacrificatosi alla fine della terza stagione per salvare le persone che amava e gli abitanti di Central City, che rischiavano di perdere la vita a causa di un’anomalia causata dalla fuga di Savitar dalla Forza della Velocità, mentre da Grant Gustin stesso, intervistato da EW, abbiamo appreso che il Barry Allen che rivedremo nella quarta stagione sarà molto diverso da quello che avevamo lasciato:

Io la vedo così: nella Forza della Velocità il tempo non è lineare e tutto accade nello stesso momento. In qualche modo lui ha una sorta di risveglio, una rinascita, non per nulla il nostro primo episodio si intitola “Reborn” e rappresenta una rinascita per Barry. Ma allo stesso tempo sarà anche un po’ sconvolto, perché avrà visto tanto e molto in fretta nel corso di quei sei mesi che per lui sono stati un’eternità. Non sarà Barry quando lo rivedete per la prima volta.

Anche il Team Flash, in assenza del suo leader, avrà subito non pochi cambiamenti: sei mesi sono infatti un arco temporale sufficiente perché il dolore per la separazione da Barry abbia cominciato a farsi meno forte, senza che questo significhi tuttavia che i membri del gruppo lo abbiano dimenticato, soprattutto quando si troveranno nella necessità di dover difendere la città, in assenza di The Flash, da nuovi nemici. Un compito – a giudicare dagli spoiler – che passerà inizialmente a Wally West il quale vestirà letteralmente i panni di The Flash.

E proprio a proposito delle minacce che incombono su Central City, la più grande che Flash ed il suo Team dovranno affrontare in questa quarta stagione sarà appunto quella costituita da Clifford DeVoe, alias Il Pensatore, un personaggio apparso nei fumetti per la prima volta nell’inverno del 1943 come nemico di The Flash/Jay Garrick, nel ruolo di un avvocato fallito che decide di prendere in mano le redini della criminalità di Central City, quando si rese conto che i piccoli criminali che imperversano sulla città hanno bisogno di un leader che li guidi per essere davvero efficaci. Per il ruolo sappiamo già che è stato scelto Neil Sandilands (The 100) e che il Pensatore è stato definito come “un genio che  ideerà intricati piani per correggere quelli che ritiene essere gli errori dell’umanità e che si imbarcherà in una battaglia che durerà un’intera stagione contro il velocista scarlatto“.

La prima cosa che salta agli occhi dopo tre stagioni del personaggio interpretato da Sandilands è che sarà il primo cattivo non-velocista dello show, il che – già di per se stesso – dovrebbe essere una piacevole novità per il pubblico. Come sempre accade con le serie dell’Arrowverse, che traggono ispirazione dal materiale di origine dei fumetti, Il Pensatore che vedremo nella quarta stagione, tuttavia, sarà diverso da quello conosciuto nell’Universo DC. A giudicare da quanto dichiarato dallo showrunner Todd Helbing, intervistato da Cinema Blend, gli autori hanno infatti deciso di re-immaginare il personaggio “in un modo tale che possa interagire con i velocisti, Vibe, Kid Flash e Joe in un modo tale da essere allo stesso tempo coinvolto e non coinvolto dal rapporto con loro“.
Una dichiarazione piuttosto nebulosa, soprattutto per quanto concerne il coinvolgimento di DeVoe con i protagonisti della serie. Forse, ma qui siamo nel campo delle speculazioni, è possibile che lo showrunner alluda al fatto che nei fumetti Il Pensatore sia un avvocato e che, un po’ come accaduto con il personaggio di Adrian Chase in Arrow, il suo background professionale del personaggio acquisisca in The Flash una certa importanza ai fini della sua storia e dei suoi rapporti con i membri del Team Flash con i quali potrebbe interagire non solo in quanto “Pensatore”, ma anche nelle sue vesti di professionista.

Un altro elemento interessante nella scelta di questo nuovo nemico e nel fatto che Gustin abbia promesso che il Barry che tornerà dalla Forza della Velocità sarà molto diverso da quello al quale eravamo abituati, è che gli autori, già da qualche tempo, avevano espresso il desiderio di tornare a descrivere il personaggio di Barry Allen, non solo nei suoi panni di velocista, ma anche in quanto scienziato e, di conseguenza, giovane uomo piuttosto intelligente. E quale migliore occasione di approfondire questo aspetto del personaggio se non mettendolo contro un uomo notoriamente conosciuto per il suo superiore livello intellettivo?
Nonostante Helbing abbia descritto lo scontro tra Barry e DeVoe come “l’uomo più veloce del mondo contro la mente più veloce del mondo” noi ci auguriamo che gli autori siano davvero preparati a mostrarci un  lato del protagonista di questa serie che, ne siamo certi, molti dei suoi fan, apprezzerebbero.

La quarta stagione di The Flash riprenderà negli Stati Uniti martedì 10 ottobre su The CW.

[Immagine: bosslogic]