Recensioni: le ultime notizie

Aggiornato il 23 agosto 2017 alle 14:46
the defenders

SPOILERDa qualche parte, in luoghi a cui non possiamo accedere, esiste il racconto della tragedia personale dei cinque della Mano. È un racconto filtrato attraverso stralci di conversazioni, vecchi rancori, antichi fuochi della vendetta mai consumati del tutto.
twin peaks

SPOILERJames Joyce affermò di scrivere per “il lettore ideale che soffre di un'insonnia ideale”, e similmente si potrebbe dire per quanto riguarda lo spettatore di David Lynch e quindi, per assimilazione, di Twin Peaks. Il “tele-lettore” si allinea
the defenders

SPOILERLa seconda metà della miniserie The Defenders si apre nel solco della più che simbolica reunion che aveva visto gli eroi schierati contro Elektra nel finale dello scorso episodio. Ad un approccio di tipo individuale, quando non individualista, si contrappone

SPOILERL'evoluzione del modo in cui vengono percepiti i personaggi di Game of Thrones passa negli anni attraverso alcune fasi distinte. Nascono come ruoli, nulla più di questo. Semplici specificazioni di caratteri che conosciamo tramite altre opere precedenti.

SPOILERÈ una notte di riflessioni e confronti quella che spinge i quattro protagonisti di The Defenders all'interno di un ristorante poco dopo lo scontro alla Midland Circle. Qui Matt, Luke, Jessica e Danny si confronteranno l'uno con l'altro al di là delle

SPOILERNero. Con la presentazione di Black Sky, nuova identità assunta da Elektra dopo la sua resurrezione, anche questo colore entra a far parte di quella rappresentazione concettuale che The Defenders ha perseguito in questa prima parte di miniserie. Lo fa
the defenders

SPOILERTra gli elementi più interessanti di questo universo all'interno di un multiverso che corrisponde al Marvel Netflix Universe, c'è la sua presunta ordinarietà. Per chi segue l'esplosione del genere dal 2000 (X-Men arrivava al cinema), l'idea di uno
the defenders

SPOILERSono sentieri prestabiliti quelli che legano questi quattro eroi per caso che lottano nella Grande Mela. E sono colori saturi, forti dominanti che scendono a cascata dagli edifici infestati di New York, a incorniciare gli ambienti in cui si muovono i