Quando Ben Affleck è stato premiato con un Artios Award due giorni fa al Beverly Hilton, l’attore e regista ha condiviso un simpatico aneddoto con il pubblico.

Affleck sarebbe dovuto essere regista dell’episodio pilota di Homeland, ora una pluripremiata serie di spionaggio targata Showtime (i cui protagonisti Claire Danes e Damien Lewis di recente hanno trionfato agli Emmy Awards).

Perché la cosa alla fine non è andata in porto?

Con la moglie Jennifer Garner, Affleck ha concordato un patto in base al quale uno dei due deve necessariamente rimanere a casa a badare ai figli quando l’altro è impegnato in un progetto professionale. Al momento di dirigere Homeland, alla Garner si era presentata l’opportunità di partecipare a una produzione cinematografica, e Affleck sarebbe dovuto andare in Nord Carolina per le riprese di Homeland, ma era il suo turno di stare con i figli… e quindi vi ha dovuto rinunciare.

“Ero sicuro che lo show non sarebbe andato da nessuna parte,” ha scherzato l’attore con il pubblico della Casting Society of America la sera del 29 ottobre. “Ora odio quel telefilm del c***o. Non l’ho ancora visto. Giuro che sarò regista di almeno 14 pilot quest’anno.”

Poco male in ogni caso, visto che Homeland se l’è cavata egregiamente anche senza di lui, e Affleck ha avuto occasione di dirigere un altro bellissimo film presto nelle sale, Argo.

La seconda stagione di Homeland va in onda la domenica negli Stati Uniti. In Italia, la prima stagione è stata trasmessa su FOX (canale 111 di Sky).

Fonte: THR