Dati Tecnici

Durata: 840 min. ca.
Video: 16:9 1,85:1
Lingue: Dolby Digital Italiano 2.0, Spagnolo 2.0, Francese 2.0, DTS-HD Master Audio Inglese 5.1, Tedesco 5.1
Sottotitoli: Italiano non udenti, Inglese non udenti, Tedesco non udenti, Italiano, Tedesco, Francese, Olandese, Spagnolo.
Numero dischi: 3
Amaray Slipcase
Distribuzione: Warner Home Video
Contenuti speciali: L’uomo venuto da Marte – Un mondo abbandonato: Krypton – Supergirl. Incontro al Comic-Con 2015 – Scene inedite – Le Gag

Serie

Kara Zor-El, alias Kara Danvers, arrivata sulla terra all’età di dodici anni dopo la distruzione del suo pianeta natale Krypton, viene adottata dalla famiglia Danvers e cresce con la sorella Alex ed i genitori Jeremiah e Eliza. Nel suo pianeta d’adozione, Kara nasconde i suoi poteri per tenere segreta la sua vera identità e cerca di vivere una vita normale a National City dove lavora assieme ai suoi amici, l’informatico Winslow “Winn” Schott ed il fotografo James Olsen, presso la CatCo World Wide Media per Cat Grant la quale, per quanto severa e cinica sembri, nasconde in realtà un debole per la sua impacciata assistente, alla quale finirà per fare da mentore. Kara indosserà il costume di Supergirl con il quale si rivelerà al mondo per unirsi ad un’agenzia segreta di nome DEO, diretta da Hank Henshaw, presso la quale lavora anche sua sorella Alex, con lo scopo di proteggere la Terra da minacce interne ed aliene. Nell’arco della prima stagione Supergirl cercherà di bilanciare la sua nuova vita di supereroe con quella della semplice Kara Danvers, giostrandosi tra problemi quotidiani ed incredibili ed appassionanti avventure. La serie, che ha un’atmosfera decisamente meno cupa di Arrow, il capostipite delle serie dedicate agli eroi della DC Comics, è diretta ad un target giovane che riuscirà senza troppi sforzi a riconoscersi nella sua allegra, coraggiosa ed a volte impacciata protagonista, interpretata da Melissa Benoist che si è rivelata il vero punto di forza dello show, perfettamente centrata nel ruolo della Ragazza d’Acciaio. Tra i 20 episodi del cofanetto, brilla in particolare il diciottesimo dal titolo World’s Finest, che costituisce anche il primo crossover della serie con The Flash e tra i protagonisti sviluppati in questa prima stagione dello show, spicca Martian Manhunter, interpretato dalla star di Homeland David Harewood.

Video

La prima stagione di Supergirl – come d’altronde accaduto con The Flash – approda nel mercato dell’home video in Blu-Ray, presentata in una confezione amaray racchiusa in uno slipcase di cartone. All’interno troviamo tre dischi con tutte e venti le puntate della stagione, compreso il crossover con The Flash (il diciottesimo episodio). La serie è girata in digitale ed è caratterizzata da tinte calde e colori vivaci, simili in un certo senso a quelli visti in The Flash che si contrappongono invece alle tinte più scure di Arrow. Sul fronte degli effetti speciali la serie deve decisamente migliorare anche e soprattutto nelle coreografie di semplici combattimenti corpo a corpo, che appaiono forzate e affatto fluide. Vedere la serie in alta definizione permette tuttavia di poter godere al meglio del lavoro dei costumisti.

Audio

Il set audio di Supergirl ha una traccia italiana a due canali stereo in Dolby Digital 192 kbps e l’inglese originale in 5.1 DTS HD Master Audio. Come nel caso del Blu-Ray di The Flash la traccia italiana presenta un problema di tonalità, poiché il doppiaggio è registrato per la trasmissione televisiva italiana a venticinque fotogrammi e viene quindi fatta rallentare per l’edizione Blu-Ray. Ciò comporta un abbassamento dei toni che si nota soprattutto nelle voci più baritonali dei personaggi e nelle musiche più lente, sebbene il difetto sia udibile non è comunque un danno così grave da inficiarne la visione e si fa presto ad abituarsi ai ritorni. La traccia italiana è molto pulita e dinamica, ma la controparte inglese ha una gamma più ampia e sfrutta bene la separazione e la direzionalità dei due canali.

Extra

Il comparto contenuti speciali presenti nell’edizione Blu-Ray della stagione è molto ricco con diverse scene tagliate inserite nei rispettivi episodi e gli attesi extra, amatissimi dai fan delle serie TV. Nella fattispecie qui troviamo Supergirl: incontro al Comic-Con 2015 (Il cast ed i produttori presentano Supergirl), l’unico contenuto non in alta definizione del Blu-Ray, in cui su può seguire il panel del San Diego Comic-Con del 2015 in cui fu presentata al pubblico per la prima volta la serie. Questo contenuto extra, come quelli che seguono, sono disponibili solo in lingua originale accompagnata dai sottotitoli in italiano. Troviamo poi una retrospettiva su uno dei personaggi meglio riusciti della serie dal titolo L’uomo venuto da Marte (Scoprite tutto su J’onn J’onzz, l’essere più potente della Terra), una storia dedicata al pianeta natale della protagonista della serie intitolata Un mondo abbandonato: Krypton (Esplorate il misterioso pianeta d’origine di Kara Zor-El) ed infine Le gag, i divertentissimi errori commessi dagli attori sul set, montati come sempre in maniera da rendere il tutto persino più esilarante.

Disco 1

1: Via, più veloce della luce!
2: Più forti: insieme
3: Reactron
4: Il super treno
5: Livewire
6: Red tornado (con scene inedite)
7: Umana per un giorno

Disco 2

8: Scalata ostile (con scena inedita)
9: Legami di sangue (con scena inedita)
10: Il giocattolaio (con scena inedita)
11: Il marziano bianco (con scena inedita)
12: Bizzarro
13: Black Mercury (con scena inedita)
14: Master Jailer

Disco 3
15: La fortezza della solitudine (con scene inedite)
16: Kryptonite rossa (con scena inedita)
17: Manhunter (con scena inedita)
18: Terre infinite (con scena inedita)
19: Myriad
20: L’ultimo sacrificio

Conclusioni

Il debutto di Supergirl nell’home video vince decisamente la sfida in quanto a qualità e contenuti extra, supportati da un ottimo comparto audio e video. Come spesso capita con le prime stagioni di uno show, la serie necessita ancora di qualche aggiustamento al livello narrativo, soprattutto per quanto riguarda la profondità e l’efficacia dei nemici che la super-eroina si trova ad affrontare puntata dopo puntata e la mancanza di una solida trama orizzontale, ciò nonostante la stagione intrattiene e diverte, proprio come dovrebbe fare una serie di questo genere, particolarmente quando strizza l’occhio ad un pubblico giovane. L’errore più grande in cui cadono gli autori, tuttavia, è l’eccessivo attaccamento al personaggio di Superman, a cui viene fatto più volte riferimento sin dall’episodio pilota: nell’immaginario collettivo la protagonista soffre già molto per questa dipendenza e gli autori sicuramente non aiutano, con il loro continui riferimenti, a costruire la figura di un eroe forte ed indipendente, ma danno sempre la sensazione che esista un eroe che supera Supergirl in esperienza ed abilità, continuando ad usare mezzi come il “vedo-non vedo” o le inquadrature da lontano del più famoso cugino di Kara, una scelta – a nostro avviso – dannosa per lo show e per il personaggio che deve assolutamente affrancarsi dal suo ingombrante legame di sangue con il più famoso super eroe.