Black Lightning è la nuova serie di The CW che debutterà negli Stati Uniti, martedì 16 gennaio alle ore 21:00, subito dopo The Flash, prendendo il time slot di Legends of Tomorrow, che verrà quindi spostato a data da destinarsi.

A poco più di un mese dal debutto, abbiamo un numero di informazioni sufficienti a darci un’idea di come sarà questo nuovo show ispirato al mondo dei fumetti che, come fu già apertamente dichiarato ai tempi del San Diego Comic-Con, il network considera un fiore all’occhiello poiché il suo protagonista ha il primato di essere il primo supereroe di colore creato dalla DC Comics, una bandiera che interpreti e creatori della serie portano con grande orgoglio, soprattutto per i temi attuali che un personaggio creato nel lontano 1977 tratta tutt’oggi, così come dimostrato dalla descrizione ufficiale rilasciata dal network per la serie:

Jefferson Pierce (Cress Williams) è un uomo che nasconde un segreto. Come padre di due figlie e preside di una scuola privata che serve anche da rifugio ai ragazzi che vivono in un quartiere della città di Freeland dominato da violente gang, è infatti considerato un eroe dalla sua comunità. Nove anni fa Pierce era però un altro genere di eroe. Con il superpotere di imbrigliare e controllare l’elettricità, usava questi poteri per rendere sicure le strade della sua città con il nome dell’eroe mascherato Fulmine Nero. Tuttavia, dopo molte notti trascorse mettendo la propria vita a repentaglio ed avendo visto gli effetti negativi che il suo alter ego stava infliggendo alla propria famiglia, decise di lasciarsi i giorni da supereroe alle spalle e dedicarsi elusivamente al suo lavoro di preside ed al suo ruolo di padre. Avendo scelto di aiutare la sua città senza usare i suoi superpoteri, Jefferson ha così potuto vedere le figlie Anissa (Nafessa Williams) e Jennifer (China Anne McClain) diventare due donne forti, anche se non è riuscito a salvare il suo matrimonio con la loro madre Lynn (Christine Adams). Dieci anni dopo, i giorni da giustiziere di Pierce sono un lontano ricordo o almeno così credeva. Con il crimine e la corruzione che dilagano come un incendio e con le persone che ama sotto la minaccia del leader di una gang locale chiamata The One Hundred, Fulmine Nero fa il suo ritorno, non solo per salvare la propria famiglia, ma anche l’anima della sua comunità. Basato sul personaggio della DC Comics, Fulmine Nero è prodotto dalla Berlanti Productions e dalla Akil Productions in associazione con la Warner Bros. Television. Greg Berlanti, Salim Akil, Mara Brock Akil e Sarah Schechter, serviranno da produttori esecutivi.

Il senso di comunità e famiglia e lo spirito di sacrificio di Jefferson Pierce sono quindi le basi su cui è costruita questa serie che, almeno nella prima stagione, non farà parte della stessa realtà dell’Arrowverse, sebbene anche questo show – che inizialmente era stato annunciato sarebbe stato ambientato a New Orleans – si svolgerà, come le altre serie di The CW, in un luogo immaginario, una città chiamata Freeland.
In occasione del SDCC, Christine Adams descrisse la famiglia Pierce come gli Obama del mondo dei supereroi e Salim Akil – il co-showrunner della serie – sottolineò come questo show avrebbe avuto un tono molto diverso e più realistico rispetto alle altre serie dell’Arrowverse.

Jefferson vive sul pianeta Terra del 2017-18. Dal mio punto di vista, il motivo per cui abbiamo scelto di percorrere questa strada è che, siamo onesti, la maggior parte delle persone può forse aver sentito parlare di Black Lightning, ma non sanno davvero chi egli sia ed io sentivo che era molto, molto importante fare in modo che il pubblico lo conoscesse davvero, che imparasse a sapere quali sono i suoi bisogni, i suoi desideri e le sue vulnerabilità prima di aggiungere ulteriore materiale a questo mix. Questa è la ragione principale: voglio che le persone conoscano la sua famiglia. Voglio che capiscano che genere di nemici combatte. Non ci sono molti supereroi nei ghetti o in quelli che vengono chiamati ghetti. La comunità che Jefferson e Black Lightning cerca di salvare è una comunità come quella di Chicago, dei fatti di Watts, quelle cose che vediamo in televisione e che rappresentano cattivi ed eroi assolutamente reali. Attraverso Jefferson e Anissa e gli occhi di Jefferson e di Gambi, vogliamo cercare di descrivere quelle comunità,non solo come delle vittime, ma anche come persone che lavorano duramente, che vengono coinvolte in situazioni difficili loro malgrado e che non sono meno interessanti solo per questo, persone che non devono essere ignorate. Una delle cose che Black Lightning farà, che Jefferson farà, sarà permetterci di mostrare l’umanità che compone queste comunità. E’ per questo che non voglio distrazioni da questo focus e volevo che il pubblico si concentrasse sui nostri protagonisti prima di tutto“. 

Proprio per il senso di comunità che questo show vuole trasmettere, diversamente dalle altre serie di supereroi di The CW e come sottolineato dalle parole stesse del co-showrunner, la prima stagione di Black Lightning non sarà nemmeno incentrata sul racconto dell’origine del supereroe, su come cioè Jefferson Pierce sia diventato Fulmine Nero:

Perché abbiamo deciso di cominciare da metà e non dalla sua storia di origine? Lo abbiamo fatto perché volevamo descrivere un uomo completamente fuori dai giochi, che aveva deciso di abbandonare il suo costume per amore di sua moglie e delle sue figlie, perché tornava ogni sera a casa pieno di lividi e distrutto dalla fatica“.

Immagini promozionali del pilot di Black Lightning ©2017 via The CW

Ed a proposito di nemici, nonostante i propositi del protagonista, sarà proprio un nuovo, pericoloso antagonista che costringerà Jefferson, dopo dieci anni di inattività, di indossare nuovamente il suo costume. Dagli spoiler rilasciati è infatti emerso che il rapper Marvin “Krondon” Jones III è stato scelto per interpretare il ruolo di Tobias Whale, afroamericano albino, leader della gang The One Hundred, nonché ex politico corrotto responsabile della morte del padre di Jefferson, il giornalista Alvin Pierce, che aveva esposto pubblicamente i suoi crimini.

Tobias, tuttavia, non sarà l’unico nemico da cui Jefferson dovrà guardarsi. EW ha infatti annunciato che la cantante Jill Scott, interpreterà il ruolo di Lady Eve, un’intermediaria tra un gruppo criminale segreto e Tobias Whale, un personaggio che nei fumetti ha debuttato nel 1985 nel numero 24 di Batman and the Outsiders nel ruolo di un membro del Kobra Cult. E’ stato invece il sito Deadline a riferire che Edwina Findley è stata invece scritturata per la parte della sorella minore di Tobias, Tori, un personaggio che si rivelerà spietato quanto quello del fratello, una rosa di personaggi che invece di rappresentare il meccanismo del “cattivo della settimana“, al quale questo genere di show ci ha abituato, sottolinea come questa prima stagione della serie sarà incentrata su una vera e propria guerra tra Fulmine Nero e gli The One Hundred.

Fortunatamente Jefferson avrà i suoi alleati, Deadline ha infatti anche annunciato l’ingresso nel cast di James Remar e Damon Gupton, il primo interpreterà il ruolo di Peter Gambi, un detective della polizia di Freeland, nonché il più caro amico/figura paterna del protagonista, mentre il secondo sarà l’ispettore Henderson, il più alto ufficiale in grado della Polizia, che dopo un iniziale rapporto conflittuale con Fulmine Nero, troverà in lui un amico.

Dal punto di vista personale/familiare, la maggior parte delle notizie che abbiamo, ci arrivano in merito alla figlia maggiore di Jefferson, Anissa. Di lei sappiamo che è gay, che frequenta la facoltà di medicina e insegna part-time nella stessa scuola di cui il padre è preside e che, ad un certo punto della serie, erediterà gli stessi poteri Fulmine Nero e comincerà a combattere al suo fianco. Variety ha anche annunciato il casting dell’attrice Chantal Thuy la quale si è aggiudicata il ruolo di Grace Choi, una barista che diventerà anche la ragazza di Anissa.

La prima stagione di Black Lightning debutterà negli Stati Uniti, martedì 16 gennaio su The CW.