Un bizzarro incidente diplomatico ha avuto luogo ai vertici della Flotta Stellare: Jason Isaacs, interprete del capitano Gabriel Lorca in Star Trek: Discovery, è stato infatti bloccato su Twitter dal celeberrimo William Shatner, che ha vestito per anni i panni dell’iconico capitano James Kirk nella serie originale e nei successivi film del franchise.

All’origine del dissidio tra i due, un’uscita “infelice” – o, piuttosto, infelicemente riportata – di Isaacs nei confronti di Shatner. Qualche settimana fa l’attore britannico ha rilasciato un’intervista al tabloid inglese Metro; interrogato su quali personaggi del franchise vorrebbe vedere in Star Trek: Discovery, Isaacs ha sottolineato come la storia narrata nella serie che interpreta si svolga dieci anni prima degli eventi descritti nella serie originale di cui Kirk era protagonista. Essendo quest’ultimo ventiseienne ai tempi della sua prima apparizione, vedere un sedicenne James in Discovery avrebbe, per Isaacs, poco senso. La risposta, tuttavia, è stata tagliata da parte dell’autore dell’articolo di Metro, che ha titolato il pezzo con un sensazionalistico “Jason Isaacs spera che William Shatner non compaia in Star Trek: Discovery“, cosa che ha probabilmente irritato lo stesso Shatner, spingendolo a bloccare il collega (pur non motivando ufficialmente il gesto).

L’attore britannico ha quindi dato la sua versione dei fatti: “Mi è stato chiesto quale membro del cast dalle serie precedenti avrei voluto vedere come guest star in Star Trek: Discovery. Credo che l’incredulità del pubblico nel guardare uno show resti sospesa se è fatto nel modo giusto: dev’essere come osservare un altro mondo attraverso il buco della serratura. Inserendo camei di qualche celebrità, la sospensione dell’incredulità viene a mancare. Sarebbe come vedere uno sketch del Saturday Night Live. Spero quindi che la gente creda alle nostre storie, e che sia coinvolta in esse, e sarei comunque felice di incontrare Will Shatner nella vita reale in un ristorante.”

Isaacs ha poi commentato in un suo tweet quanto accaduto, chiedendo perdono all’altro illustre eroe di Star Trek.

A qualche giorno di distanza, Shatner è tornato sui propri passi, comunicando l’avvenuto “sbloccaggio” di Isaacs in un tweet scherzoso (“Il migliore amico di colui che non dev’essere nominato adesso è sbloccato.”) che allude al ruolo interpretato dal collega nei film della saga di Harry Potter.

Tutto è bene quel che finisce bene, dunque: i due capitani hanno cessato le ostilità.

Fonte: Entertainment Weekly