La prima stagione di Black Lightning ha debuttato negli Stati Uniti martedì 16 gennaio su The CW con ottimi ascolti ed ancora più lusinghiere critiche, avendo avuto il merito di aver alzato – almeno per quanto concerne il pilot, bisognerà poi giudicare la prima stagione nel suo insieme – il livello qualitativo degli show dei supereroi dell’Arrowverse. Come c’era da aspettarsi da un progetto così atteso, l’episodio pilota era ovviamente ricco di Easter eggs e qualche inaspettato e prestigioso riferimento, di cui vi parleremo in questo articolo, ricordandovi ovviamente che il suo contenuto, per chi non avesse ancora visto l’episodio, è da ritenersi spoiler.

CORRELATO – Black Lightning 1×01, “The Resurrection” [season première]: la recensione

1. Il primo Easter egg riguarda proprio l’incipit dell’episodio nel quale la voce fuoricampo di Jennifer Pierce (China Anne McClain), la figlia minore del protagonista Jefferson Pierce (Cress Williams), recita le parole: “La giustizia, come un fulmine, dovrebbe apparire ad alcuni uomini come un segno di speranza e ad altri di paura“. Le stesse parole con le quali si apre anche il primo numero del fumetto nel lontano parile del 1977.

2. Una delle caratteristiche più apprezzabili della première è la decisione di aver saltato tutta quella parte riguardante l’origine del supereroe che, spesso, in altre serie, ha finito per dimostrarsi piuttosto ripetitiva. Ciò non toglie tuttavia che gli autori abbiano deciso di omaggiare l’origine di Black Lightning, mostrando una ripresa televisiva a circuito chiuso di un negozio in cui si vede un giovane Jefferson Pierce in azione, mentre salva la vita al proprietario, lottando contro dei rapinatori. Nelle immagini, tra l’altro, il costume indossato dal personaggio è decisamente più simile alla versione moderna dei fumetti di quanto non lo sia l’attuale costume del protagonista.

3. Come nei fumetti, Jefferson Pierce, ex campione olimpico, decide di appendere la maschera al chiodo per diventare il preside della scuola in cui insegnava, la  Garfield High School. Ma uno dei più grandi cambiamenti rispetto all’originale è il luogo dove si svolge la serie. La scuola, nei comics, si trovava infatti in un quartiere particolarmente disagiato di Metropolis, mentre nello show è a Freeland, un luogo di fantasia appositamente creato per l’occasione. L’uso stesso del nome Metropolis è infatti coperto da copyright ed è stato usato solo una volta in seno all’Arrowverse, durante una puntata di Supergirl.

4. Lo show, fin dalle prime battute, si pregia di mostrare la realistica frustrazione degli abitanti di Freeland, perseguitati da una polizia violenta e trattati come criminali solo per il colore della propria pelle. Un’esperienza che lo stesso Jefferson vive quando, assieme alla famiglia, viene fermato e trattato con un’eccesso di violenza da una pattuglia di polizia alla ricerca di un presunto rapinatore. Mentre la rabbia del protagonista monta e, senza che se ne renda conto, comincia ad assorbire l’energia che lo circonda, la voce narrante di Jennifer dice:
E fu quella notte: sotto la pioggia battente, con tuoni e fulmini come testimoni, che Black Lightning risorse,” una frase solo apparentemente poetica, ma che in realtà nasconde un riferimento a Tuono e Fulmine, le figlie – appunto – di Fulmine Nero.

CORRELATO – Black Lightning: svelato il costume di Thunder!

5. A questo proposito, la serie non si limita ad omaggiare questi due personaggi con una citazione, ma nei minuti finali dell’episodio pilota, mostra gli albori di quella che sarà la trasformazione di Anissa (Nafessa Williams), la figlia maggiore di Jefferson, in Tuono, una sorpresa assolutamente non celata dal network che aveva già pubblicato le immagini promozionali del personaggio che indossa il suo costume.

6. Lo showrunner Salim Akil, ancora prima della messa in onda dello show, aveva ammesso che era loro intenzione mostrare nella serie la trasformazione di almeno una delle figlie del protagonista e la scelta è caduta su Anissa, che dal padre ha ereditato solo la forza sovrumana attraverso il suo gene metaumano. Al momento non ci è dato sapere se anche la ribelle Jennifer – che invece nei fumetti riceve dal padre esattamente gli stessi suoi poteri – indosserà prima o poi il suo costume, una questione sulla quale la produzione è rimasta con le labbra sigillate, ma la cui realizzazione potrebbe essere resa difficile dal budget limitato dello show.

7. Peter Gambi (James Remar) avrà – come nei fumetti – un ruolo importante nella vita del protagonista, essendo egli la cosa più simile ad un padre che Jefferson abbia mai avuto. Nell’Arrowverse non è inoltre la prima volta che sentiamo il suo cognome: in The Flash, in uno dei primi tentativi di Barry Allen di testare la super velocità, il supereroe finiva contro il retro di un furgoncino della Lavanderia Gambi ed inoltre in un altro episodio veniva anche nominato un certo Paul Gambi, un famoso sarto di Central City, responsabile della creazione della maggior parte dei costumi dei nemici di The Flash. Di Paul Gambi, veniva detto che avesse anche un fratello, un sarto come lui. Considerato però che gli autori della serie hanno ribadito più volte che Black Lightning non si svolge nella stessa timeline delle altre serie dell’Arrowverse, non ci è dato di sapere se questi accenni fossero solo simpatici omaggi o nascondessero in realtà qualcosa di più importante.

8. L’attrice che interpreta l’ex moglie di JeffersonLynn Stewart Pierce (Christine Adams) non è nuova al mondo dei supereroi, avendo avuto una piccola parte in Batman Begins e in Agents of S.H.I.E.L.D., nel ruolo dell’agente Weaver, ma la sorpresa più grande riguarda il suo possibile legame, nella serie, con Lanterna Verde. Il suo nome da nubile, Stewart, non sarà infatti sfuggito agli appassionati di fumetti che avranno sicuramente colto il collegamento con John Stewart, alias Lanterna Verde. Dato che il fumetto di Fulmine Nero, creato da Tony Isabella, fu chiuso dopo soli 11 numeri, non ci fu tempo per l’autore di esplorare maggiormente il personaggio di Lynn, pur avendo egli dichiarato che era nelle sue intenzione confermare che la donna fosse proprio la sorella di Green Lantern.

9. Nella scena tra Gambi e Jefferson, quando quest’ultimo trova rifugio nel suo negozio, si vede chiaramente sulla vetrina del sarto campeggiare la scritta “Sin dal 1977”, un chiaro riferimento all’anno del debutto del fumetto che fu pubblicato appunto ad aprile del 1977.

La prima stagione di Black Lightning va in onda negli Stati Uniti ogni martedì su The CW.