In una delle sue ultime interviste, Natalie Dormer (Game of Thrones) ha avuto modo di rispondere ad alcune domande circa l’adattamento televisivo di Picnic a Hanging Rock, remake dell’omonimo film del 1975 diretto da Peter Weir, a sua volta adattamento di un romanzo. La miniserie, composta da sei episodi, arriverà il prossimo 5 giugno su Sky Atlantic HD.

Dormer, in particolar modo, ha sottolineato che – pur trattando di eventi ambientati all’inizio del ‘900, la serie sarà in grado di rivelarsi profondamente attuale. Come spiegato dall’attrice:

È spaventoso come i temi dell’emancipazione femminile – da un punto di vista emozionale, spirituale e anche finanziario – siano così vicini tra il 1900 e il 2018. Trovare un senso di identità, non aver bisogno di un uomo, non essere definite da ciò che suggerisce il tuo gruppo dei pari, ribellarsi all’autorità, alla religione, sono tutti elementi che trovano delle similitudini nei due periodi. Credo che domande come “Chi diamine sono io?” siano quesiti che i giovani si sono posti tanto oggi, nel 2018, che in passato, all’inizio del ventesimo secolo.

Al centro della vicenda la misteriosa scomparsa di tre giovani studentesse e di un’insegnante nel giorno di San Valentino del 1900. Le puntate raccontano le indagini seguenti alla sparizione e l’impatto di questa su studenti, famiglie e staff all’Appleyard College. La serie è già stata presentata al Berlino Film Festival, dove è stata accolta positivamente dalla critica.

Nel cast troviamo Natalie Dormer nel ruolo della preside Hester Appleyard. Tra le attrici anche Samara Weaving nel ruolo di Irma Leopold; Madeleine Madden nel ruolo di Marion Quade, figlia di un giudice; Lily Sullivan come Miranda Reid, giovane ribelle cresciuta con quattro fratelli.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte: Variety