Anche se Santa Clarita Diet non ha ancora ricevuto il rinnovo ufficiale per una terza stagione, il suo showrunner Victor Fresco sembra avere le idee chiare su quale potrebbe essere lo sviluppo della storia nell’eventuale prosieguo.  Alla fine della seconda stagione, Joel e Sheila Hammond (Timothy Olyphant e Drew Barrymore) hanno scoperto sono state delle particolari vongole a tramutare la donna in uno zombi, ma prima che potessero distruggere la fonte del virus, una misteriosa coppia (interpretata da Zachary Knighton e Jee Young Han) che ha seguito le loro mosse ha preso la situazione in pugno.

Nel frattempo, dopo essere tornato nella seconda stagione solo in versione “testa”, Gary West (Nathan Fillion) è risultato essere ancora vivo, proprio perché Joel e Sheila non sono riusciti a distruggere la sua testa decapitata. E Anne, lo sceriffo interpretato da Natalie Morales, è passata dal voler arrestare gli Hammond per due omicidi a credere che Sheila fosse uno strumento di Dio.

Tuttavia, se ci sarà una terza stagione, tre degli interpreti chiave potrebbero non essere disponibili. Fillion è impegnato nella serie ABC The Rookie. E Morales e Knighton hanno entrambi ruoli chiave in dei pilot: il primo è pronto a ricongiungersi con lo showrunner di Parks and Recreation Mike Schur nella comedy targata NBC Abby’s, mentre il co-protagonista di Happy Endings è pronto a prendere parte al reboot di Magnum P.I..

In una recente intervista all’Hollywood Reporter, Fresco ha svelato qualche dettaglio sul possibile futuro di Santa Clarita Diet e dei suoi protagonisti. Riferendosi alla scoperta dell’origine del virus zombi, lo showrunner ha dichiarato: “È una commedia, quindi ho pensato che sarebbe stato divertente. Amiamo richiamare tutto ciò che possiamo.” In effetti, le cause alimentari del malessere della protagonista erano state citate proprio all’inizio della serie. “C’è una battuta nel primo o forse nel secondo episodio della prima stagione in cui [Joel e Sheila stanno] cercando di capire [quello che è successo a Sheila] e dicono: “Beh, forse c’entra Japopo? Abbiamo mangiato in quel ristorante, potrebbe essere legato a quello? ” E Joel è tipo, “Nah, non credo proprio, ma meglio non tornarci”.”

“Così, quando abbiamo iniziato a pensare a come sviluppare la stagione, ci siamo detti che sarebbe stato divertente se fosse stata colpa di Japopo e si fosse trattato di vongole cattive”, ha proseguito Fresco. “Non te lo aspetteresti mai, ma piuttosto che qualcosa di più grandioso, più insidioso, mi sembra che sia così che la vita si svolge spesso, con eventi casuali molto piccoli che si trasformano e diventano eventi giganteschi. Ha mangiato vongole cattive, e nella seconda stagione stiamo cercando di capire chi le ha mangiate e come possono distruggerle e fermare un focolaio.”

Tuttavia, a distruggere le vongole non sono Sheila e Joel, ma la già citata misteriosa coppia comparsa alla fine. “È qualcosa che seguiremo nella terza stagione”, ha spiegato lo showrunner. “C’è questo misterioso gruppo là fuori, i Cavalieri della Serbia, che sono i discendenti dei Cavalieri della Serbia originali, risalenti a 500 anni fa, che hanno il compito di trovare i non morti, ucciderli e fermare un focolaio. Abbiamo solo pensato che avremmo voluto far crescere lo spettacolo e sarebbe stato interessante che queste persone fossero là fuori.”

Per quanto riguarda il possibile rinnovo, Fresco sembra quantomeno fiducioso: “Nella terza stagione, la storia è sempre più complessa. L’intera prima stagione si è svolta in due settimane e anche la seconda stagione si svolge nell’arco di due settimane, quindi è passato solo un mese in questo incredibile cambiamento che stanno attraversando. Non ci hanno ancora fatto sapere nulla circa il rinnovo per la terza stagione, ma abbiamo iniziato a lavorare con gli scrittori. Siamo tornati al lavoro: teniamo le dita incrociate. Non abbiamo dati per sapere come stia andando lo show, quindi dovremo solo aspettare.”

Al di là di ciò che Netflix deciderà, lo showrunner si è detto orgoglioso di Santa Clarita Diet e dell’importanza che può avere nell’attuale contesto culturale: “Nella nostra attuale situazione in America, penso che ci sia un ampio numero di persone che si svegliano ogni giorno depresse, e giustamente, ma penso che abbiano anche speranza. La famiglia Hammond è stata sconvolta, ma cercano di cambiare di conseguenza e di esplorare questa nuova situazione, e sento che nella nostra cultura attuale esiste un parallelo. Ero al [March for Our Lives] e ho visto molta speranza intorno a me; andiamo avanti e non solo speriamo per il meglio, ma lavoriamo attivamente per migliorare le cose, e penso che gli Hammond lo stiano facendo. Mi piace pensare che molti di noi stiano cercando di fare lo stesso.”

Cosa ne pensate? Vorreste vedere una terza stagione di Santa Clarita Diet? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: Hollywood Reporter