Nonostante la terza stagione di Legends of Tomorrow e la prima di Black Lightning si siano concluse da meno di un mese, gli autori di entrambi gli show, dopo il recente rinnovo, hanno già cominciato a pensare a cosa il pubblico vedrà il prossimo anno ed anche se le notizie e le indiscrezioni a nostra disposizione non sono moltissime, le abbiamo raccolte qui di seguito per voi per darvi un’idea di cosa ci aspetta.

Partendo, per una questione di anzianità, da Legends of Tomorrow grazie ad un’intervista a TVLine rilasciata da Phil Klemmer, sappiamo che il prossimo anno potrebbe attenderci una stagione ben più dark di quella che ci siamo lasciati alle spalle, con un membro del team che, a quanto annunciato dallo showrunner, finirà per tradire i suoi compagni d’armi, con conseguenze che avranno serie ripercussioni sui protagonisti.

Penso che siamo pronti per mostrare un vero tradimento in seno alle Leggende, le cose si sono fatte troppo tranquille, quindi la prossima stagione voglio che i protagonisti si rivoltino l’uno contro l’altro e non voglio che questa cosa provochi solo un piccolo cambiamento, ma che abbia piuttosto conseguenze che dureranno nel tempo e che intacchino il DNA stesso dello show“.

La terza stagione, nonostante sia riuscita a mantenere toni piuttosto leggeri, ha portato comunque a diversi cambiamenti all’interno del team, con la morte del Professore Stein (Victor Garber) e la conseguente decisione di Jax (Franz Drameh) di lasciare Leggende, l’arrivo di Wally West (Keiynan Lonsdale), l’apparente morte di Rip Hunter (Arthur Darvill), la decisione di Amaya Jiwe (Maisie Richardson-Sellers) di tornare dal suo popolo ed infine l’acquisizione di un nuovo membro dell’equipaggio della Waverider nella persona di Constantine (Matt Ryan) il quale, dopo una serie di apparizioni come guest star, sarà series regular dello show proprio a partire quarta stagione, è quindi plausibile che con tutte le nuove dinamiche relazionalio, qualcosa possa non andare esattamente come previsto.

Sicuramente faremo qualcosa che rivaleggerà con il terremoto della scorsa stagione,” ha aggiunto Klemmer parlando questa volta con ComicBook.com. “E decidere di rimescolare completamente le carte in tavola potrebbe anche essere considerata una cosa davvero stupida da fare quando si ha per le mani uno show molto amato e riguardo al quale tutti pensano che abbia trovato ormai la sua perfetta nicchia di pubblico. Personalmente credo che renderà il tutto più interessante per noi autori ed anche per il cast. Cambieranno sia i presupposti della serie che la composizione delle Leggende“.

Per quanto concerne il nuovo ruolo di Constantine che, come anticipato, porterà un elemento soprannaturale all’interno della nuova stagione, lo showrunner ha invece aggiunto:
Volevamo un elemento di contrasto all’interno della serie. Personalmente non riesco ad immaginare Constantine che condivide con gli altri gli spazi della Waverider, voglio che mantenga la sua natura. Non voglio nemmeno pensare all’idea di una scena con lui che si occupa del proprio bucato, perché per me – personaggi come lui – hanno sempre i vestiti immacolati. Chi è che sa davvero da dove arrivano? Non voglio vedere nessuna scena che me lo sveli“.

Per quanto riguarda invece Black Lightning che si è  guadagnato il meritato diritto ad una seconda stagione, anche la sua co-produttrice esecutiva Mara Brock Akil ha molte idee sulla nuova installazione. In un’intervista rilasciata a Deadline l’autrice ha dichiarato che il prossimo anno continueranno a sviluppare i personaggi di Jennifer (China Anne McClain) e Anissa (Nafessa Pierce), le figlie del protagonista, che hanno scoperto di avere dei superpoteri proprio come il padre.

Nella seconda stagione voglio esplorare l’idea di queste due ragazze che abbiamo scoperto avere dei superpoteri e di come ci si relazioni con le loro diverse reazioni, quella di Anissa, che ama i suoi poteri e di Jennifer, che invece li odia, ma che non può comunque sbarazzarsene. Che genere di conseguenze una cosa così enorme può avere su due persone tanto giovani e come si affronta questa cosa da genitori?

La reazione delle sorelle Pierce alla scoperta di possedere dei superpoteri, ancora prima di sapere che il padre Jefferson Pierce (Cress Williams) fosse in realtà Black Lightning, è stata una delle storyline chiave della prima stagione, con Anissa che impara inizialmente a controllare da sola questo dono e che, vestita poi di un costume che ne celi l’identità, comincia a combattere il crimine a fianco al padre e Jennifer che, al contrario, li rifiuta, li teme e arriva a sentirsi persino un mostro a causa di poteri che non ha mai desiderato possedere e che non vuole imparare a controllare, ma che le torneranno comunque particolarmente utili quando sia la vita di sua sorella che di suo padre saranno in pericolo.
In seguito allo scontro finale con Tobias Whale (Marvin “Krondon” Jones III) nel finale di stagione, i sentimenti di Jennifer nei confronti di quella che riteneva una terribile scoperta sembrano però cominciare a cambiare, anche se la Akil ha confermato che la sua trasformazione in Lightning sarà molto lunga e molto più complicata di quanto non si possa immaginare, così come Christine Adams, che interpreta Lynn Pierce, ha confermato su ComicBook.com.

Sarà una continua battaglia, penso che la cosa più interessante riguardo a Lightning sia proprio il fatto che lei sia così riluttante, usare i suoi poteri non è una cosa che avrebbe voluto imparare a fare. Lei vuole essere una normale adolescente e fare tutte le cose che gli adolescenti fanno. Non vuole emergere, quindi credo sia interessante che gli autori abbiano deciso di affrontare la questione da un punto di vista diverso. Quando si pensa a qualcuno che scopre di avere dei superpoteri, si dà quasi sempre per scontato che ne sia felice, ma cosa accadrebbe se le cose non stessero così?

Uno degli argomenti che ha invece tenuto banco lo scorso anno, di cui ancora si discute e probabilmente si continuerà a discutere anche nel prossimo, nonostante le iniziali dichiarazioni degli autori dell’ultima delle serie ispirate alla DC Comics, è se Black Lightning entrerà mai a far parte dell’Arrowverse e se i suoi protagonisti verranno coinvolti nel crossover con gli altri show, uno degli eventi più attesi in casa The CW. L’ultimo a tirare nuovamente in ballo l’argomento è stato, qualche mese fa, proprio Stephen Amell, il protagonista di Arrow, la capostipite delle serie dell’Arrowverse, il quale ha dichiarato:
Tutti fanno finta di non sapere che prima o poi faremo un crossover anche con Black Lightning, perché il mondo funziona così“.
Gli stessi produttori esecutivi dello show incriminato hanno inoltre confermato di essersi divertiti ad immaginare quale Terra avrebbe potuto essere quella in cui vivono i loro protagonisti all’interno dell’Arrowverse, pur avendo specificato che questo non significhi affatto che abbiano preso in seria considerazione l’idea di un crossover, proprio come dichiarato da Mark Pedowitz, il presidente del network che, in un’intervista con Black Girl Nerds, ha confermato come la serie non sia stata concepita come parte dell’Arrowverse.
Volevo collaborare con Salim [Akil] e Mara [Brock Akil] da tantissimi anni, da quando lavoravo per la ABC, quando la Fox ha rinunciato al progetto di Black Lightning loro sono venuti da me e mi hanno fatto vedere cosa avevano. Era diverso da qualsiasi altro show di supereroi e non è mai stato concepito per essere parte dell’Arrowverse,” il che – aggiungiamo noi – è più o meno quello che fu originariamente detto di Supergirl!
La quarta stagione di  Legends of Tomorrow e la seconda di Black Lightning andranno in onda negli Stati Uniti, presumibilmente a partire da ottobre 2018, su The CW.