La serie Netflix The Crown, la cui terza stagione sta venendo girata proprio in questo periodo, ha aperto alla trentenne Vanessa Kirby le porte del grande pubblico grazie al ruolo della principessa Margaret, irrequieta sorella della regina Elizabeth. Quando fu scelta per il ruolo, Kirby sapeva che avrebbe interpretato questa parte per sole due stagioni prima del cambio totale di cast, che vedrà Olivia Colman (Broadchurch) e Tobias Menzies (OutlanderRomeThe Terror) nei ruoli di Elizabeth e Filippo, che furono di Claire Foy Matt Smith.

Sapendo sin da subito che il tempo a sua disposizione nella serie sarebbe stato limitato a due archi di episodi, Kirby si è goduta l’esperienza al massimo e si dichiara molto soddisfatta del cambio di protagonisti: “Penso che ci sia qualcosa di nuovo ed entusiasmante in questo avvicendamento”, dice Kirby. “Per la serie, è un fattore rigenerante.”

L’attrice inglese è attualmente impegnata a teatro con Julie, adattamento in chiave moderna del celebre dramma La signorina Julie di August Strindberg presso il National Theatre di Londra; in un’intervista all’Hollywood Reporter, ha parlato di cosa pensa di Helena Bonham Carter, l’attrice che ha preso il suo posto nel ruolo di una più matura Margaret.

“Ho capito che la mia responsabilità era trovare la bambina e le sue fragilità dietro la donna davvero dura che era diventata,” ha detto Kirby riguardo la “sua” Margaret, per poi dimostrare tutto il proprio entusiasmo per la sua erede spirituale: “È fantastico! Sono così emozionata. Non riuscivo a pensare a nessuno di migliore di lei. Ci scriviamo continuamente, e lei mi manda delle foto e vuole i miei script, i miei appunti e le mie playlist. Penso che porterà Margaret a un livello altissimo. Mi ha mandato una sua foto con Olivia [Colman] in cui facevano delle facce stupide, tipo: “Abbiamo preso il testimone, ma penso che l’abbiamo lasciato cadere”.”

L’aver interpretato la principessa ribelle ha influenzato anche la visione lavorativa di Kirby, che dice: “Margaret ha stabilito un punto di riferimento per me, in quanto le donne erano protagoniste della storia. In questo momento interpreto Julie, che è simile alla principessa Margaret. Adoro scavare nel profondo di personaggi che hanno incredibili gamme di sentimenti e vivono in opposizione ai dettami della loro vita; come Margaret, che sembra essere reale e al contempo detesta quel mondo pur incarnandolo in ogni essenza. Mi piace interpretare personaggi complessi e veri. Non voglio vedere donne di fantasia con le quali non riesco a identificarmi.”

E sui progetti futuri, rivela: “Il mio sogno è produrre e realizzare i miei film, cosa che farò a luglio. Ci sono molte persone con cui vorrei lavorare. Gran parte del compito è a ricasco del regista, ma riguarda anche il trovare la verità psicologica in una persona, e penso che rappresentare le donne sia più importante che mai adesso.”

Fonte: Hollywood Reporter