Una delle novità più evidenti della quarta stagione di Supergirl, che ripartirà ad ottobre come le altre serie dell’Arrowverse, sarà il nuovo time-slot della domenica, oltre – chiaramente – al terremoto subito dal cast dello show che ha perso il personaggio di Winn Schott (Jeremy Jordan), passato dallo status di regular a quello di saltuario, quello di Mon-El (Chris Wood) e conquistato quello di Brainiac-5 (Jesse Rath), in aggiunta al passaggio di consegne all’interno del DEO dal J’onn J’onzz di David Harewood ad Alex Danvers (Chyler Leigh), decisa più che mai a costruirsi il suo sogno di famiglia diventando madre, senza dover necessariamente rinunciare al suo lavoro.

CORRELATO – Comic-Con 2018: Il panel di Supergirl, il trailer della quarta stagione e nuovi ingressi nel cast

Per quanto concerne la protagonista dello show, dal panel del Comic-Con di San Diego è emerso che Kara (Melissa Benoist) tornerà alle radici del suo lavoro come reporter, quasi completamente dimenticato nella passata stagione, e che la situazione nella quale ritroveremo National City rifletterà il momento di crisi della società americana, rispondendo alla domanda su cosa prevalga tra la paura e la speranza, il che sembra suggerire che la serie sarà persino più politicamente schierata dello scorso anno.

CORRELATO – Supergirl: la 4^ stagione trarrà ispirazione dalla miniserie a fumetti Superman Red Son

Il produttore esecutivo Robert Rovner ha confermato anche come la nuova stagione sarà in parte ispirata alla trame della miniserie a fumetti di Superman, Red Son, che diventerà centrale il prossimo anno, mentre, per quanto concerne gli altri protagonisti della serie, Mehcad Brooks ha confermato come James si troverà a dover affrontare le conseguenze della sua decisione di aver rivelato la propria identità segreta di Guardian e Nicole Maines, che entrerà nel cast nel ruolo del primo supereroe transgender della storia della TV, ha anticipato qualche informazione su Nia, spiegando come il nuovo personaggio verrà assunto dal CatCo, lo stesso giornale di Kara, che la prenderà sotto la propria ala protettrice, facendole da guida, dopo aver lavorato a Washington, D.C. per la vulcanica Cat Grant.

Per quanto concerne altri nuovi ingressi nel cast, oltre appunto a quello della Maines, la CW ha anche annunciato l’arrivo come regular di April Parker Jones nel ruolo del Colonnello Haley, una donna completamente dedita alla carriera militare che tende ad agire per il meglio del proprio paese, anche quando questo va contro i suoi stessi principi e di David Ajala in quello di Manchester Black. Basato sull’omonimo personaggio della DC Comics, l’uomo si dimostrerà una testa calda con un passato oscuro dotato di un grande fascino e un sottile senso dell’umorismo che tende ad usare per stemperare i toni drammatici delle missioni che gli vengono assegnate.
Tra i nuovi arrivi, riportiamo anche quello di Brent Spiner nel ruolo del Vice Presidente degli Stati Uniti Baker, descritto come un politico raffinato e capace, in grado di farsi avanti per il proprio paese quando il suo ruolo lo richiederà.

Per quanto concerne i nuovi nemici, oltre a dover affrontare quello che il finale di stagione ci ha apparentemente presentato come il suo doppelganger, Supergirl si troverà a sfidare il personaggio ricorrente di Mercy Graves (Rhona Mitra), che nei fumetti è nota come la storica guardia del corpo di Lex Luthor la quale, “con Lex e Lillian entrambi in prigione, comincia ad uscire dall’ombra del suo ingombrante capo, grazie al suo spirito arguto ed al fisco possente, diventando una delle figure di spicco del neonato movimento di National City chiamato ‘Prima gli Umani’.
A fare da spalle alla Mitra, vedremo inoltre Robert Baker nel ruolo di Otis, il fratello di Mercy, che – da descrizione ufficiale – “sopperisce alla mancanza di intelligenza con una letale abilità nell’uccidere alieni“.
Sempre nell’universo dei nemici dell’eroina, un altro ex membro del cast di Smallville dopo Erica Durance (apparsa lo scorso anno nel ruolo della madre di Kara), entrerà nella serie come regular Sam Witwer, che sarà interpreterà l’agente Liberty, il carismatico e pericoloso fondatore dei Children of Liberty, un gruppo di anti-alieni che basa la sua politica sulla convinzione gli esseri umani facciano parte di una razza superiore, nel ruolo di un uomo che nasconde dietro il compassato e pacifico aspetto di padre di famiglia una natura estremamente aggressiva e razzista.

La quarta stagione di Supergirl debutterà negli Stati Uniti domenica 14 ottobre su The CW.