In una delle più recenti ed estese interviste che Stephen Amell, l’interprete di Oliver Queen, alias Freccia Verde abbia rilasciato dallo scorso anno, il protagonista di Arrow, parlando con IGN si è lasciato andare ad una serie di considerazioni molto interessati sulla settima stagione, parlando della difficile posizione in cui Oliver si troverà e di come riuscirà a gestirla.
Nonostante l’ex viziato miliardario abbia avuto diversi problemi con la giustizia da quando ha indossato per la prima volta il cappuccio verde e ha cominciato ad aggirarsi per le strade di quella che era originariamente Starling City, in sei anni di show non era mai arrivato a sacrificare tanto per il bene dei suoi cari e della propria città, rinunciando alla propria liberà per fermare la minaccia costituita da Ricardo Diaz in una scelta che – secondo Amell – Oliver pagherà a caro prezzo:
Normalmente, fin dall’inizio, ho un’idea piuttosto chiara di una stagione nel suo insieme; la cosa interessante di quest’anno, almeno fino ad ora, è che ho girato una scena con un altro attore con cui non avevo avuto interazioni da diversi mesi, perché Oliver è molto isolato in prigione, per ovvi motivi. Ciò che accade lì è piuttosto crudo e Oliver ne subirà le conseguenze. C’è un episodio in cui trascorro letteralmente tutto il tempo in una stanza. Tutto qui. E sono stati due giorni interi di materiale davvero molto, molto intenso che non credo abbiamo mai visto prima nello show. Non abbiamo mai preso un personaggio e lo abbiamo isolato, esaminandolo psicologicamente nel modo in cui stiamo facendo con Oliver ora… quindi questo genere di esame per me è stato un esercizio molto interessante“.
Dalle più recenti immagini della première intitolata Inmate #4587, si evince che a fare compagnia ad Oliver nella prigione chiamata The Slab saranno, tra gli altri, Cody Rhodes nel ruolo di Derek Sampson, Michael Jai White in quello di Ben Turner, alias Bronze Tiger e Vinnie Jones in quello di Danny “Brick” Brickwell, un nutrito gruppo di delinquenti che lui stesso ha contribuito a far arrestare. In questo contesto, Brick fungerà da capobanda del gruppo e sempre a detta del protagonista dello show, ciò che Oliver scoprirà sugli altri prigionieri sarà una grossa sorpresa nella prima parte della stagione ed oltre ai suoi compagni di reclusione ci saranno anche un paio di impiegati del carcere piuttosto interessanti, oltre ad un detenuto che Oliver non si sarebbe mai aspettato di incontrare.
In una delle immagini tratte dal secondo episodio dello show, intitolato Longbow Hunters, rilasciate in esclusiva da IGN, si vede Oliver Queen in piedi accanto a Brendan Fletcher, nel ruolo di Stanley, e questo è stato il commento di Amell in merito a questo nuovo personaggio: 
Il rapporto tra i due è iniziato perché, quando Stanley è arrivato in carcere per a prima volta, ha cercato subito la sua protezione. C’è una scena molto, molto interessante in cui Brick e la sua banda usano il legame con Stanley contro Oliver. E sarà proprio nel primo episodio che si capirà quanto in basso Oliver sia caduto e come stia reagendo all’essere rinchiuso in prigione“.
 
A differenza di ciò che i fan dello show possono pensare, il protagonista della serie cercherà infatti di tenere un basso profilo e non finire nei guai. Quando la serie riprenderà, gli spettatori non sapranno a quanti anni di prigione Oliver sia stato condannato e anche se il titolo del finale dello scorso anno era ‘Condanna a vita’, ci sarà un accenno al fatto che, con la buona condotta, magari potrebbe uscirne prima. Quindi sarà una situazione strana, perché lotterà contro se stesso per non comportarsi da eroe e passare così più possibile inosservato.”
 
Il che non vuol dire – c’era da giurarlo – che nella serie non vedremo più scene d’azione. A giudicare da quanto affermato da Amell, infatti, le cose subiranno persino un’escalation, perché: “si vedranno degli stunt nella première che non avevamo mai realizzato prima. Abbiamo girato per 13 ore non-stop una scena in cui non facevo altro che combattere. Ed è stato incredibile perché non potevamo usare una controfigura. Abbiamo fatto una cosa simile solo un paio di volte in tutto l’arco della serie. Normalmente mi piace fare i miei stunt da solo, ma in questo caso non potevo fisicamente fare altrimenti ed il risultato è notevole“.
 
Nel caso in cui il tweet vi fosse sfuggito, la scena a cui l’attore fa riferimento è quella divulgata recentemente dall’account ufficiale della serie in un tweet, in cui si vede Oliver che viene attaccato in una delle docce del carcere, motivo per cui – per ovvie ragioni – non è stato possibile girare usando una controfigura.

Ed a chi si domanda perché Oliver, che sicuramente avrebbe mezzi ed opportunità per farlo, non evada di prigione, Amell risponde:

Una delle cose di cui ho parlato con gli autori, era proprio fare in modo che ci fosse qualcosa che obbligasse Oliver a rimanere in prigione ed qualcosa a cui io stesso ho pensato a lungo. Perché lui si trova lì per tre ragioni: per tenere Felicity e William al sicuro, perché ai suoi compagni sia concessa l’immunità e perché l’FBI e l’A.R.G.U.S. rintraccino Diaz. Quindi, se nessuno di questi elementi sarà più un problema, allora potrà uscire, e questa è una cosa di cui abbiamo parlato molto a lungo. Lui è consapevole che Diaz è ancora in libertà e sta cominciando ad avere ripensamenti sul fatto che Felicity e William siano davvero al sicuro. Tant’è che non fa che avere incubi ricorrenti in cui vede Diaz che li attacca“.

In una delle immagini della première, inoltre, si vedono Oliver e Felicity incontrarsi attraverso il vetro del carcere e, a giudicare dal loro atteggiamento, sembra che sia la prima volta che si vedono dopo lungo tempo:
Non credo personalmente che Oliver abbia più visto Felicity da quando è stato condannato” ha dichiarato Amell. “Lei è nel programma di protezione testimoni e questo è il motivo per cui a fargli visita regolare è invece Diggle che lo tiene aggiornato su sua moglie e suo figlio. Ovviamente però Oliver e Felicity si incontrano finalmente nella première ed io ed Emily [Bett Rickards] ci abbiamo scherzato su, perché l’ultima scena che abbiamo girato assieme lo scorso anno era quella in cui io le dicevo che mi ero costituito e in cui poi dicevo addio anche a William. E poi questa scena, nella première, che in un certo senso è molto simile all’altra, perché è davvero molto, molto commovente e sia io che lei ridevamo per il fatto che dobbiamo sempre girare scene emotivamente molto coinvolgenti, quando casomai ci piacerebbe fare qualcosa in cui beviamo un caffè e ci raccontiamo cosa abbiamo fatto durante il giorno“.

Sempre in merito a Felicity Smoak, interpretata da Emily Bett Rickards, e parlando questa volta con Green Arrow TV, Amell non ha continuato a congratularsi con l’attrice per quanto fatto nella première:
Ha una scena d’azione pazzesca con uno stunt che avviene in parallelo con un’altra scena di lotta ed in cui James Bamford ha lasciato che ci desse dentro alla grande e guardandola ero quasi geloso dell’interpretazione viscerale ed aggressiva di Emily“.

I complimenti dell’attore nei confronti della sua co-star non si sono però limitati alle sue capacità atletiche e – parlando proprio del momento in cui Oliver e Felicity si incontrano per un colloquio in carcere – ha aggiunto:
Penso che tutti abbiano visto la foto in cui abbiamo l’opportunità di incontrarci e personalmente ho pensato che la sua performance fosse tra le migliori, se non la migliore, che le abbia mai visto fare nello show“, una dichiarazione che potrebbe tranquillamente spiegare le parole del 27 agosto twittate da Amell, in cui annunciava che la Rickards meriterebbe un Emmy per la sua interpretazione nella première.

Felicity e William non sono tuttavia gli unici a dover abituarsi a vivere una nuova vita mentre Oliver sconta la sua pena. Fuori dalla prigione, infatti, anche il Team Arrow deve fare i conti con la decisione del loro leader di costituirsi:

Diaz si sta nascondendo da 5 mesi e nessuno nel team ha più indossato il proprio costume perché facendolo potrebbero rendere vano il sacrificio di Oliver. Nonostante ciò introdurremo un nuovo membro del team e un nuovo Green Arrow. Quando Beth Schwartz [la nuova showrunner] mi ha spiegato quale fosse la sua idea, ne sono rimasto entusiasta, perché non me lo sarei mai aspettato“.

Come già anticipato, la 7^ stagione segnerà anche il ritorno di Colton Haynes nel ruolo di Roy Harper come regular nella serie, anche se il modo in cui sarà spiegato il suo arrivo in città – soprattutto dopo la sua decisione di prendere il largo assieme all’amore della sua vita Thea Queen, interpretata da Willa Holland, che ha a sua volta lasciato definitivamente lo show proprio lo scorso anno – resta velato dal mistero, così come confermato dal protagonista:

Non posso dire assolutamente nulla, neanche una singola sillaba. Una cosa voglio comunque dirla, ed è che la cosa davvero forte è che potrei darti un centinaio di indizi, ma non credo comunque che ci arriveresti. Lo ritroveremo in una situazione in cui non ci si aspetterebbe di ritrovarlo, mentre parla con un personaggio che non abbiamo mai visto prima, ma che nonostante ciò sembrerà familiare“.

In quanto alla descrizione della première della 7^ stagione che recita che: “Oliver si ritroverà in una condizione di vulnerabilità che non ha mai sperimentato prima quando un nuovo nemico comincerà ad esporre il suo lavoro nei panni di Green Arrow, sfidandolo a riscattare il proprio nome o rischiare di perdere tutto,” Amell si è rifiutato di aggiungere un qualsiasi particolare che spiegasse il ruolo di questo nuovo nemico, aggiungendo però che la scena finale della première è qualcosa che “nessuno si aspetterà. Ed è davvero molto, ma molto eccitante“.

La settima stagione di Arrow debutterà negli Stati Uniti nel suo nuovo time-slot, lunedì 15 ottobre su The CW