Come è ormai noto l’atteso crossover di The CW di quest’anno porta il titolo di Elseworld ed è ispirato all’omonima collana di fumetti della DC Comics – tradotta inizialmente nel nostro paese in “Altrimondi” – in cui sono proposte storie ambientate in una realtà alternativa, il primo numero dei quali, Batman contro Jack lo squartatore, fu pubblicato negli Stati Uniti nel febbraio del 1989. Ogni numero della saga, proprio come l’intro televisiva delle serie dell’Arrowverse, era introdotto da una presentazione che recitava:

Negli Elseworld gli eroi sono tolti dalle ambientazioni a loro congeniali e posti in luoghi e tempi diversi. Alcuni sono esistiti veramente, altri potrebbero essere esistiti. Altri ancora non sono potuti, o non avrebbero dovuto, esistere. Il risultato sono storie che prendono personaggi a noi familiari e li rendono nuovi ed eccitanti come la prima volta che li abbiamo incontrati.”

Non dissimile dal concept dei fumetti, la versione televisiva di Elseworld, metterà i protagonisti delle serie coinvolte letteralmente in panni diversi, ma prima di affrontare tutti gli spoiler e gli indizi affiorati fino ad ora in merito a questo grande evento, parliamo di quali show della CW prenderanno parte al crossover: già dal Comic-Con era stato annunciato che i protagonisti di Legends of Tomorrow sarebbero stati esclusi dall’appuntamento in 3 serate, che vedrà invece coinvolte Arrow, The Flash e Supergirl in aggiunta ad alcuni illustri ospiti.

La prima guest star annunciata è anche la più importante, il crossover sarà infatti in parte ambientato a Gotham City, dove sarà introdotto anche il Manicomio di Arkham, e vedrà tra i suoi protagonisti Kate Kane, alias Batwoman, interpretata per l’occasione da Ruby Rose (Orange Is the New BlackThe Meg) che nella sua versione “civile” – proprio come l’attrice – sarà gay, una scelta che la Rose ha definito “rivoluzionaria” per uno show come questo, dichiarando:
Questo è il mio sogno di bambina ed è qualcosa che avrei bramato vedere in televisione come giovane membro della comunità LGBT che non si è mai sentita rappresentata in TV, men che meno da un supereroe, e si è sempre sentita sola e diversa“.
Il personaggio di Kate Kane, descritta come “una street fighter altamente qualificata con una passione per la giustizia sociale ed un talento nel dire sempre ciò che pensa,” sarà lanciato nel crossover che servirà anche da backdoor pilot per una serie dedicata a Batwoman e che dovrebbe sbarcate su The CW nel 2019.

Il crossover ospiterà inoltre altre guest star come il Superman di Tyler Hoechlin e cugino di Kara Danvers (Melissa Benoist), apparso fino ad ora in quattro episodi di Supergirl e la new entry, nonché fidanzata di Clark Kent, Lois Lane, interpretata da Elizabeth Tulloch (Grimm). All’evento prenderà parte anche la moglie di Stephen Amell (Arrow) nel ruolo di Nora Fries, la compagna di Mr. Freeze nei fumetti il quale, però, non sarà coinvolto nel crossover.
Tra gli altri ospiti illustri troviamo anche Mar Novu, interpretato da Lamonica Garrett e descritto come “un essere extraterrestre dai poteri infiniti conosciuto come Monitor“, ispirato al suo omonimo a fumetti, creato da Marv Wolfman e George Perez nel 1982, Monitor è colui che diede inizio alla Crisi delle Terre Infinite.
Nei comics The Monitor è una creatura di milioni di anni, nonché l’incarnazione vivente della materia positiva dell’universo che trova nel personaggio di Anti-Monitor la sua nemesi: quanto Anti-Monitor usò un’onda di anti-materia per distruggere l’universo, The Monitor si servì dell’aiuto di diversi eroi, tra cui Cyborg, Killer Frost, Firestar e Lanterna Verde, per fondere il multiverso in un singolo mondo in modo da rendere i sui alleati abbastanza forti da respingere l’onda distruttiva. Prima di morire The Monitor riuscì a fare scudo a Terra-1 e Terra-2, risparmiandole dalla disintegrazione ed a salvare in seguito anche Terra-4, Terra-S e Terra-X. quando anche Anti-Monitor venne infine ucciso, l’universo subì un reboot in un solo mondo composto da una sorta di combinazione di tutte le Terre superstiti.

Come si evince dalle immagini dal set condivise dai protagonisti, trattandosi di una storia che avrà luogo, in parte, in una realtà alternativa, gli eroi ai quali siamo solitamente abituati avranno un aspetto decisamente diverso dal solito e infatti, per l’occasione, Stephen Amell sarà The FlashGrant Gustin diventerà Freccia Verde e Tyler Hoechlin indosserà – almeno per una parte del crossover – il costume nero di Superman che, nei fumetti, il personaggio porta in seguito alla sua sua resurrezione avvenuta nel numero speciale del 1993 The Death of Superman.
Dagli scatti rubati dal set che vedete qui sotto, si può costatare come Hoechlin impersonerà due versioni diverse di Superman, la prima – con il costume nero – presumibilmente cattiva, mentre la seconda sarà quella dell’eroe che tutti conosciamo, il che – tra le altre cose – sembra suggerire che tutti (o quasi tutti) i personaggi interpreteranno un doppio ruolo nel crossover, ad indicare apparentemente che i personaggi di Terra-1 entreranno in qualche modo in contatto con le loro alternative controparti.

Oltre alle tante guest star sopracitate, ci sarà un gradito ritorno, quello cioè di John Wesley Shipp, che – a giudicare dal costume che indossa – non vestirà tuttavia i panni di Jay Garrick, ma del velocista scarlatto degli anni Novanta che l’attore stesso interpretò per una sola, gloriosa, stagione.

Oltre a Superman in nero, chi sarà il grande cattivo del crossover? 
Alla domanda, per ora, non abbiamo una risposta certa, ma sappiamo, per esempio, che Jeremy Davies (Lost, Justified) è stato scelto per interpretare il ruolo di John Deegan, “un medico del Manicomio di Arkham più folle dei suoi pazienti, le cui macchinazioni condurranno Green Arrow, The Flash e Supergirl a Gotham City“. Il personaggio del dottor Deegan non ha un corrispettivo nei fumetti ed il fatto che a vestirne i panni sarà un attore del calibro di Davies, vincitore di un Emmy, lascia intendere che il suo ruolo potrebbe rivelarsi particolarmente importante. A tal proposito CBR suggerisce che il dottore possa essere in realtà ispirato al personaggio di Pariah. Creato da Marv Wolfman e George Perez, Pariah è apparso per la prima volta sulle pagine di un fumetto nel numero 1 di Crisi delle Terre Infinite nel ruolo di uno scienziato proveniente da una realtà alternativa, responsabile di aver parlato inavvertitamente ad Anti-Monitor dell’esistenza e del possibile utilizzo dell’anti-materia con cui egli distrusse poi il multiverso.
La confermata presenza di The Monitor, quella di una nuova versione di molti dei nostri eroi in una realtà alternativa ed il possibile riferimento a Pariah, sembrano quindi suggerire che il grande e temibile nemico protagonista del crossover possa essere proprio la nemesi di The Monitor, Anti-Monitor scontrandosi con il quale, nel numero 7 di Crisi delle Terre Infinite, pubblicato nell’ottobre del 1985, sia Barry Allen/The Flash che Kara Zor-El/Supergirl morirono, per risorgere poi, rispettivamente, solo nel 2008 e nel 2005.
A confermare l’adattamento della trama di Crisi delle Terre Infinite nel crossover televisivo ci sarebbe anche un altro particolare: nella première di The Flash, mostrandogli un titolo di giornale dal futuro, Nora West-Allen ha rivelato al padre che The Flash scomparirà e verrà dato per morto in circostanze misteriose ed a causa di quella che il titolo del The Central City Citizen definisce come una “crisi“. Il quotidian, con la sparizione di The Flash, cita inoltre anche la “Scomparsa del cielo rosso” che nei fumetti è sempre stato un indicatore dell’arrivo di qualcosa di decisamente fosco. Sebbene sia difficile che gli autori uccidano uno o più protagonisti di due delle serie dell’Arrowverse (anche se non è del tutto escluso considerata l’esistenza di controparti alternative di ogni personaggio), considerati gli indizi, è comunque presumibile che questo crossover possa avere conseguenze importanti su tutti gli show, segnando forse persino il destino, se non proprio dei protagonisti, quanto meno di qualche personaggio chiave delle serie coinvolte.

Considerate le informazioni a nostra disposizione, tra gli altri spoiler sparsi e più difficili da contestualizzare nell’evento, grazie ad un tweet di Grant Gustin (vedere la gallery), sappiamo anche che l’attore e Stephen Amell indosseranno i panni dei Trigger Twins.
Nei fumetti, i gemelli sono dei cattivi non particolarmente conosciuti, ma con una lunga storia datata addirittura 1951: Walt e Wayne Trigger erano infatti inizialmente dei vigilanti che vivevano ed agivano nel Vecchio West, la cui attività fu poi aggiornata e ripresa nel 1993, trasformandoli in personaggi malvagi nelle pagine della serie Detective Comics, dove i due presero il nome di Tad e Tom Trigger. Nella versione televisiva i gemelli, interpretati da Gustin e Amell, non sono evidentemente dei cowboy, ma dei motociclisti e l’immagine condivisa conferma come gli attori interpreteranno almeno tre diversi ruoli nel crossover: i loro personaggi originali, le loro controparti invertite ed infine i gemelli Trigger.

CORRELATO – Arrowverse: cosa sappiamo di “Crisis on Earth-X” e cos’è Earth-X nei fumetti

Sebbene anche il crossover di quest’anno, proprio come Crisis on Earth-X, sarà ambientato in parte in una realtà alternativa, è presumibile pensare che gli eventi a cui assisteremo avranno un impatto anche nella timeline dell’attuale Arrowverse fino a portare, forse, e proprio come nella Crisi delle terre Infinite, ad una fusione del multiverso televisivo che potrebbe finire per riunire i mondi di Supergirl e degli altri show che, come sappiamo, sono rispettivamente ambientati su Terra-38 e Terra-1. Tra le altre cose, grazie al crossover dello scorso anno e a The Flash, con le sue molteplici versioni del personaggio di Harrison Wells (Thomas Cavanagh) e ad Arrow con quelle di Laurel Lance (Katie Cassidy), sappiamo che oltre agli universi sopra citati, ne esistono molti altri che potrebbero finire per essere distrutti o fusi tra loro alla fine dell’evento di quest’anno.

Non abbiamo invece molte informazioni sul ruolo che giocheranno i regular dei vari show nel crossover, da una delle immagini dietro le quinte postate da Gustin (vedere la gallery), sappiamo che Cavanagh interpreterà forse qualche eroe o cattivo, l’attore sembra infatti indossare una sorta di costume o corazza che non si sposa con l’attuale personaggio che interpreta in The Flash, mentre Danielle Panabaker (Killer Frost) ha annunciato di aver girato il 25 ottobre, la sua ultima scena per Elseworld che entra oggi nella quinta settimana di riprese.

Elseworld debutterà negli Stati Uniti domenica 9 dicembre con l’episodio di The Flash, seguito, lunedì 10 dicembre, da quello di Arrow e si concluderà martedì 11 dicembre con la puntata di Supergirl.