Finalmente Bob Iger ha svelato il nome della piattaforma streaming cui la Disney sta lavorando ormai da tempo.

Durante l’incontro con gli investitori (forse l’ultimo prima dell’acquisizione definitiva degli asset entertainment della 21st Century Fox), il CEO del colosso ha annunciato che il servizio si chiamerà Disney+ (proprio come la piattaforma di ESPN si chiamerà ESPN+).

Nessun dettaglio sul prezzo né sulla data di lancio del servizio (sappiamo solo che sarà il 2019 e che sarà riservato, per ora, agli USA), Iger comunque ha promesso che Disney+ e Hulu (di cui Disney controllerà il 60% dopo il takeover Fox) potranno coesistere tranquillamente. In particolare, il CEO ha spiegato che probabilmente Hulu investirà di più sulla programmazione originale e probabilmente aumenterà il prezzo (attualmente fermo a 5.99 dollari al mese). Hulu sarà dedicato all’intrattenimento generalista, mentre Disney+ sarà dedicato alle famiglie.

Ricordiamo che la Disney sta sviluppando serie originali per Disney+: la Lucasfilm lavora a The Mandalorian (prodotta da Jon Favreau con episodi diretti da Dave Filoni, Bryce Dallas Howard, Taika Waititi, Rick Famuyiwa e Deborah Chow) e a una serie prequel di Rogue One: a Star Wars Story, mentre sono in lavorazione anche nuovi adattamenti tv di Alta Fedeltà, Monsters & Co., High School Musical, Lilli & il Vagabondo. I Marvel Studios intanto sviluppano serie su Loki, Scarlet Witch e Il Soldato d’Inverno.

 

Fonte: THR