Recap

Flash e i suoi alleati indagano su una serie di rapine compiuta da un misterioso metaumano capace di compiere contorsioni impensabili, riuscendo a infilarsi in qualsiasi spazio. Con il Velocista Scarlatto catturato e impotente, tocca a Iris e a Ralph cercare di risolvere la situazione.

Nel frattempo, Caitlin indaga su suo padre – che ha scoperto essere ancora in vita – e grazie al prezioso supporto di Cisco e Sherloque scopre incredibili verità sull’origine della stessa Killer Frost.

Intanto, il rapporto tra Iris e Nora è oramai in crisi. La giovane rimprovera infatti a sua madre di averla fortemente limitata, nel futuro, inibendole l’accesso ai suoi poteri. Barry a sua volta prova a sistemare le cose, ma le azioni di XS potrebbero di nuovo mettere in pericolo tutti.

 

Commento

L’esordio nell’Arrowverse del personaggio di Rag Doll, iconico villain della DC Comics, permette la messinscena di un episodio a tinte horror, che gioca con soluzioni tecniche care a questo genere. Lo stesso design del personaggio avrà ricordato a tanti la saga cinematografica di Saw – L’enigmista, ma è soprattutto la resa visiva dei poteri del criminale, favorita dal buon lavoro del contorsionista americano Troy James, che permette di godersi uno spettacolo frizzante e divertente.

Non dispiace nemmeno la parentesi da detective story che permette a Caitlin di risalire all’ubicazione del suo padre da tempo perduto. L’ingresso nel cast della versione à la Sherlock Holmes del personaggio di Harrison Wells è stata un toccasana per tutti, permettendo agli autori di esplorare nuove e diverse soluzioni narrative. Come spesso accade negli show dell’Arrowverse, le metodologie d’indagine sono spesso semplificative, e questo caso non fa eccezione. Inutile però essere troppo pignoli.

Quello che invece comincia a stancare è il perpetuarsi eccessivo del disagio portato dal personaggio di Nora all’interno della storia. Per quanto si possa giocare sulla conflittualità del rapporto tra genitori e figli, non ha davvero senso starci a girare troppo attorno, ripetendo a loop sempre le stesse dinamiche.

Esilarante il momento in cui Elongated Man decide di giocare a fare Spider-Man, dopo averlo “visto in un fumetto”, tra l’altro: a questo proposito ci troviamo però nuovamente a sottolineare come la resa degli effetti visivi di questa stagione sia nettamente inferiore a quella degli anni precedenti: che ci sia stato un ridimensionamento di budget, su questo fronte?

La prima versione del personaggio di Rag Doll fa il suo esordio nel 1942 sulle pagine di Flash Comics #36: nella sua versione originale Peter Merkel è un contorsionista circense, nato con una rara patologia che lo rende incredibilmente snodato. Fallita la sua carriera al circo, l’uomo usa le sue capacità per darsi al crimine, vestendosi come una bambola di pezza a grandezza naturale.

Cisco ribattezza i quattro satelliti del Pensatore come Robby, Hal, Colossus e Data: si tratta di evidenti omaggi, rispettivamente, a film e serie TV come Il pianeta proibito, 2001: Odissea nello spazio, Colossus: The Forbin Project e Star Trek: The Next Generation.

L’edificio denominato come Eaglesham Apartment Building è un evidente omaggio al fumettista Dale Eaglesham, così come la strada in cui è ubicato – Simone Avenue – alla scrittrice Gail Simone.