GLOW ritornerà prossimamente sugli schermi di Netflix con gli episodi della terza stagione e, nell’attesa, i fan della serie potranno leggere un nuovo fumetto pubblicato da IDW Publishing.
Il progetto, composto da quattro numeri, proporrà una storia originale in cui Ruth, Debbie e le altre protagoniste si ritrovano per sbaglio con l’incarico di partecipare a un match di wrestling che le vede contrapposte a un gruppo di vere wrestler.

A scrivere la storia Tini Howard (WWE, Euthanauts), mentre le illustrazioni sono di Hannah Templer (Jem and the Holograms: Dimensions). Le creatrici della serie, Liz Flahive e Carly Mensch, hanno inoltre supervisionato la realizzazione del progetto e hanno dichiarato:

Siamo elettrizzate all’idea di lavorare con IDW per portare in vita nuove storie tra le pagine e sul ring. Possiamo schiacciare quattordici donne in una piccola cornice? Solo il tempo potrà dircelo… ma non potremmo essere più entusiaste!

Howard ha aggiunto:

Sono più di una semplice fan di GLOW, sono anche una fan del wrestling. Ho già scritto altri fumetti ambientati in questo mondo e lo adoro. Wrestling e fumetti si adattano naturalmente e sono un accostamento perfetto non solo per calzamaglia e lotte. Ognuna delle fantastiche donne ha sviluppato il proprio personaggio o si è adattata a quello che le è stato affidato, e rendere propria quell’identità non è diverso da situazioni come indossare un costume da pipistrello.

Il primo dei quattro numeri sarà disponibile a partire dal mese di marzo.

Ecco la copertina:

Questa la sinossi della serie:

Ispirata all’omonima serie di successo degli anni’80, GLOW racconta la storia fittizia di Ruth Wilder (Alison Brie), un’aspirante attrice disoccupata che vive a Los Angeles negli anni ’80. In un ultimo disperato tentativo di raggiungere la notorietà, Ruth entra nel mondo sfavillante e attillato del wrestling femminile. Costretta a lavorare con dodici emarginate di Hollywood, Ruth deve anche competere contro Debbie Eagan (Betty Gilpin), un’ex attrice di soap neomamma tornata sulle scene per mettere ordine nella sua vita tutt’altro che perfetta. A dirigere queste quattordici donne in cerca di successo nel mondo del wrestling femminile c’è Sam Sylvia (Marc Maron), un regista fallito di film di serie B.

La produzione esecutiva di GLOW è affidata a Liz Flahive (Homeland, Nurse Jackie-Terapia d’urto), Carly Mensch (Orange is the New Black, Nurse Jackie-Terapia d’urto), Jenji Kohan (Orange is the New Black, Weeds) e Tara Herrmann (Orange is the New Black).

Fonte: The Hollywood Reporter