Julianna Margulies sarà la protagonista della serie, in sei episodi, intitolata The Hot Zone, un progetto prodotto da National Geographic e tratto dal saggio scritto da Richard Preston.

L’ex star di The Good Wife avrà il ruolo di Nancy Jaax, una scienziata dell’esercito che deve correre contro il tempo dopo che viene individuato il virus Ebola in un gruppo di scimmie importate dall’estero e che si trovano in una struttura situata in Virginia dove vengono effettuati degli esperimenti.

Lo show racconterà la storia delle origini del virus mortale proveniente dalle foreste pluviali africane e arrivato sul territorio americano nel 1989. Jaax, insieme a un team segreto e super specializzato, mette a rischio la propria vita per fermare l’epidemia prima che si diffonda tra la popolazione.

Nel cast ci sono anche Noah Emmerich, Topher Grace, James D’Arcy e Robert Sean Leonard, mentre i produttori ci sono Lynda Obst Productions e Scott Free Productions.

Julianna, intervistata da Entertainment Weekly, ha spiegato che era impossibile ascoltare le battute degli altri attori quando indossava la pesante tuta protettiva realmente indossata dagli scienziati:

Il mio rispetto è quadruplicato per le persone che si occupano del Centro Controllo Malattie, semplicemente indossando la tuta. Queste persone sono i nostri eroi. Mettono le loro vite a rischio.

The Hot Zone dovrebbe debuttare a maggio sugli schermi americani.

Fonte: EW