This Is Us conclude la sua prima parte di stagione con un episodio intessuto di colpi di scena e rivelazioni sorprendenti. Nella timeline del passato assistiamo solo alle ultime ore di Jack Pearson con suo fratello Nicky, nello stesso villaggio che molti anni dopo visiterà anche Kevin insieme a Zoe per scoprire cosa successe in quei giorni bui e difficili che Jack mai più avrebbe voluto ricordare a parole. Le ultime ore che passano insieme i due fratelli sono difficili e nonostante le ottime intenzioni e l’entusiasmo di Jack, Nicky si dimostra costantemente arrogante e restio al volersi fare aiutare per via della sua riabilitazione dalle droghe e a causa di tutte le terribili esperienze di guerra vissute prima che arrivasse suo fratello. Il giovane fa fatica a lasciarsi andare e trova sempre un buon modo per allontanarsi e fuggire via. Lo spettatore non vede il momento della sua morte ma assiste solo alla presa di coscienza di Jack di fronte a un fatto sconvolgente e improvviso: l’esplosione di una barca a distanza e la consapevolezza che sopra di essa ci fosse uno della squadra. Il pubblico non scopre cosa succederà dopo la corsa di Jack in mare, né come suo fratello sia riuscito ad inscenare così bene la sua morte. Ma un flashforward basta per confermare il destino di un uomo che non aveva intenzione di farsi aiutare e che ha usato il suo dolore per liberarsi di qualcosa che sapeva più gestire. Un gesto inqualificabile ma anche estremamente complicato da comprendere. Nel presente, Kevin e Zoe faticano a trovare delle risposte rispetto alla donna presente nelle foto insieme a Jack e a quello che successe molti anni prima durante la guerra. Fino agli ultimi minuti, Kevin si dovrà accontentare solo di una chiacchierata molto costruttiva ed emozionante con un vietnamita e sebbene la conversazione gli abbia insegnato qualcosa, il pubblico percepisce la frustrazione del giovane. Una sconfitta che durerà ben poco, ossia fino a quando la guida del posto che li ha accolti e aiutati a trovare il villaggio non svelerà loro una sconvolgente verità: ossia che nessun Nicky Pearson è sui registri dei caduti durante il periodo della guerra.

Nel presente, Randall e Beth affrontano il primo momento difficile del loro matrimonio. Lui è ormai dentro la sua carriera politica e le elezioni sono a un punto decisivo: il dibattito contro Solomon è andato molto bene ma i voti che lo distanziano da lui sono ancora troppi. In famiglia però ci sono diverse necessità e Beth richiede l’attenzione totale da parte di Randall: sarà a quel punto che farà pressioni su di lui affinché abbandoni la sua carriera politica. La donna è convinta che sia una benedizione il fatto che molto probabilmente Randall non vincerà le elezioni, mentre lui le fa capire che nonostante tutte le difficoltà non ha nessuna intenzione di arrendersi finché non usciranno i risultati definitivi. Ma quali sono le cose che hanno spaventato realmente Beth? Tess sta passando un momento difficile e dopo un confronto emozionante con Rebecca, la piccola decide di parlare ai genitori riguardo la sua sessualità. Deja invece è ritornata a parlare con sua madre e dopo che Randall e Beth ascoltano di nascosto la ragazza al telefono, lei si presenterà chiedendo loro di poterla andare a visitare ancor prima che i due potesse parlare con lei della cosa. Due motivi piuttosto validi ma che comunque non giustificano la richiesta di Beth e il suo desiderio di volersi allontanare da lui. E se lui avesse avuto ancora il suo lavoro? Non avrebbe di certo potuto lasciarlo per qualche difficoltà in famiglia. Senza considerare che fino a qualche minuto prima, Beth era emozionata e fiera del percorso di suo marito mentre assisteva al suo trionfante dibattito. Sicuramente c’è un motivo molto più profondo dietro, considerando anche lo stato di lei in seguito alla perdita del posto di lavoro.

La gravidanza di Kate prosegue molto bene ma l’ansia di lei e di Toby rispetto al fatto che qualcosa possa andare storto è comunque viva. I due cercano di non parlare della cosa ma entrambi quando vengono messi di fronte all’opportunità di scoprire il sesso del bambino si tirano indietro, soprattutto Toby. Prendere totale consapevolezza e poi rimanere delusi e feriti da un ipotetico colpo di scena drammatico è qualcosa che non possono sopportare. La dottoressa che ha in cura Kate le consiglia di limitare le ore in macchina per dirigersi a lavoro. A quel punto, Kate ne parla con la sua amica Madison e le spiega che il lavoro era l’unica cosa che la distraeva dallo stress della gravidanza. Sarà a quel punto che Madison le consiglierà di fare un colloquio per entrare a far parte del coro di una scuola. Proprio quando tutto sembrava che stesse andando per il verso giusto, il preside le dice che non può essere assunta perché priva di una laurea. Successivamente Toby la spronerà a riprendere gli studi così da concludere gli esami rimanenti e inoltre la rassicurerà facendole capire che tutto sta andando nel verso giusto. I due decideranno anche di scoprire il sesso del bambino spronati da quella ventata di positività improvvisa di cui avevano bisogno per andare avanti.

This Is Us ha seguito in piena regola le caratteristiche dei midseason finali: stravolgimenti narrativi, colpi di scena e numerose domande senza risposta. A partire dalla timeline del futuro che svela al pubblico il fatto che Randall e Beth, prima o poi, divorzieranno. Ora come ora, non sappiamo se l’allontanamento che vi è stato in questo episodio sarà poi quello definitivo. Sebbene non siano mancati i momenti emozionanti arricchiti come di consueto da ottime interpretazioni, la sceneggiatura di The Beginning Is The End Is The Beginning soffre di qualche irregolarità, che sicuramente verrà poi rivista in futuro. Detto questo, sarebbe comunque scorretto valutare a metà un episodio solo perché si ha la consapevolezza che ce ne saranno altri. Proprio per questo motivo, il colpo di scena di Nicky e le motivazioni di Beth non ci hanno pienamente soddisfatti dal punto di vista della coerenza e fino a questo punto della storia, l’inserimento dei flashforward è ancora poco centrato e immotivato a differenza dei flashback che sono sempre costruttivi ai fini della narrazione.

Per confrontarvi con altri appassionati della serie, vi segnaliamo la pagina Facebook This Is Us Italia.