La seconda metà della seconda stagione di Black Lightning, ripartita negli Stati Uniti su The CW la scorsa settimana nel suo nuovo time slot del lunedì alle 21:00, subito dopo Arrow, come riportato da Deadline, registrerà nei prossimi episodi la presenza di un nuovo temibile nemico per Jefferson Pierce (Cress Williams): Marcus Bishop, alias Shakedown, interpretato da Hosea Chanchez.

CORRELATI – Dove eravamo rimasti con i midseason finali di Arrow, Black Lightning e Legends of Tomorrow

La seconda stagione è stata fino ad ora incentrata sul difficile e distinto cammino intrapreso dalle figlie del protagonista, Anissa e Jennifer, per accettare i propri poteri, con la maggiore delle Pierce che ha da subito accolto a braccia aperte il suo destino, vestendo i panni di Thunder, e la secondogenita che fatica ancora ad adattarsi all’inevitabile trasformazione in Lightning.
Nello sfondo di questa battaglia interiore Tobias Whale (Marvin “Krondon” Jones III) ha continuato, sin dal debutto dello show, a vestire i panni dell’arcinemico di Black Lightning, nonché suo più insidioso antagonista ma, secondo quanto riportato dalla stampa, Whale non sarà più il solo di cui Jefferson dovrà preoccuparsi.

Nei prossimi episodi farà infatti il suo debutto il personaggio interpretato da Chanchez nel ruolo ricorrente di Shakedown: secondo la descrizione ufficiale Bishop è stato costretto dalla dottoressa Helga Jace (Jennifer Riker) a diventare un operativo della A.S.A. – l’organizzazione governativa segreta che sta tentando da tempo di creare artificialmente dei metaumani – in cambio della libertà, dopo che quest’ultimo ha ucciso un suo superiore, un ruolo che si adatterà perfettamente al violento ed impulsivo carattere del personaggio che diventerà una seria minaccia per Black Lightning, mentre Tobias Whale continuerà ad avvicinarsi sempre di più a risolvere il mistero dell’identità segreta dell’eroe di Freeland.

Nei fumetti Shakedown, creato da Mike W. Barr e Jim Aparo, è apparso per la prima volta, nel 1984, nel numero 9 di Batman and the Outsiders, nel ruolo di un mercenario con il potere di generare frequenze di vibrazione che gli permettono letteralmente di controllare il terreno sotto di lui, creando sostanzialmente dei terremoti, nonché membro dei Masters of Disaster che si distingueva dai suoi compagni per il suo caratteristico balbettio.
Masters of Disaster furono assoldati per la prima volta dalla madre di Trina Shelton per vendicarsi della morte accidentale della figlia causata da Black Lightning, il quale decise di consegnarsi ai suoi nemici per evitare che altri innocenti rischiassero la vita prima di essere salvato dagli Outsiders.
Più tardi il gruppo fu assoldato dal criminale di guerra nazista Maxwell Tremaine per proteggere il suo territorio, finendo per scontrarsi nuovamente con i loro nemici ed essere ancora una volta sconfitto.
Nella sua ultima apparizione cartacea, che risale al 2011, Shakedown viene infine affogato dal suo partner criminale New Wave, dopo un fallito tentativo di rapimento, senza che il suo vero nome venisse mai rivelato e dando così l’opportunità agli autori della serie di sbizzarrirsi non solo con la sua storia di origine, ma anche con le motivazioni che lo hanno spinto ad unirsi alla A.S.A.

Sebbene nei fumetti Shakedown sia spesso descritto come un uomo non particolarmente violento, capace di provare rimorso per le sue azioni malvagie, che non sempre riesce a comprendere a pieno a causa di quello che sembra essere un leggero ritardo mentale, il personaggio che vedremo nella serie – proprio per la libertà creativa concessa agli autori grazie alla mancanza di una vera e propria storia di origine – sembra che prenderà una direzione ben diversa, giustificata non solo dalla presenza del suo interprete, che ha alle spalle un importante curriculum televisivo, ma anche dal particolare carisma di Chanchez che sembra prestarsi molto bene ai toni cupi dello show.

La seconda stagione di Black Lightning va in onda negli Stati Uniti ogni lunedì su The CW.