Chooseco, casa editrice specializzata in libri per ragazzi, ha fatto causa a Netflix per violazione di copyright in merito al film interattivo Black Mirror: Bandersnatch. L’accusa è quella di aver violato il marchio registrato Choose Your Own Adventure, con il quale da decenni la casa editrice identifica il suo tipo di prodotti.

Secondo quanto contenuto nell’accusa depositata, al momento la 20th Century Fox detiene un’opzione che le garantisce di sviluppare una serie basata sul marchio registrato. All’inizio del 2016, Netflix si è mossa per ottenere la licenza, ed è qui che Chooseco fonda le sue accuse.

La casa editrice e Netflix hanno messo in atto negoziazioni che si sono protratte per anni, ma che tuttavia infine non hanno garantito al colosso streaming la licenza per l’utilizzo del marchio. In almeno un’occasione prima del rilascio di Bandersnatch, Chooseco avrebbe inviato una diffida a Netflix chiedendo di smettere di utilizzare il marchio Choose Your Own Adventure in relazione al prodotto nella fase marketing.

L’accusa mossa a Netflix è quella di aver goduto dei benefici associati ad un altro brand, e il fatto che la presentazione di Bandersnatch sia stata largamente affiancata allo slogan “Choose Your Own Adventure”. La frase, sottolinea Chooseco, viene inoltre utilizzata anche nello stesso episodio dal protagonista per identificare il testo di finzione Bandersnatch che avrebbe ispirato il personaggio.

Chooseco accusa quindi Netflix di aver giocato sulla confusione nello spettatore e sull’associazione di idee tra lo slogan dell’episodio e la serie di libri per ragazzi. La richiesta di risarcimenti ammonta a 25 milioni di dollari.

Al momento Netflix non ha rilasciato dichiarazioni in merito.

Cosa ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: THR