Twitter sa essere fonte di grandi gioie e grande nervosismo, e chiunque ne faccia un uso più o meno continuativo si sarà imbattuto in tweet portatori di grandi dubbi del tipo, “perché mai sto seguendo questa persona?”. Se la domanda vi assilla tuttora, sappiate che il rodato metodo KonMari di Marie Kondo (al centro della serie Netflix Facciamo ordine con Marie Kondo) è alla base di un’app che vi consentirà di fare piazza pulita del superfluo anche su Twitter.

Tokimeki Unfollow, questo il nome dell’app, è uno strumento che permette all’utente di capire chi non seguire, chiedendogli se i tweet delle persone che segue gli “suscitino gioia”. L’app è dotata di alcune opzioni di base, come ordinare gli account che hai seguito in ordine cronologico o visualizzarne la bio.

Da lì, verrà presentata una sequenza temporale di persone seguite, con la possibilità di defollow, di aggiungerle a una lista di continuare a seguirle. Esattamente come spiegato da Marie Kondo, anche Tokimeki Unfollow spinge l’utente a “ringraziare” i tweet apprezzati finora.

L’app è la creazione dell’ex designer di Facebook, Julius Tarng, che ha dichiarato a WIRED di averlo fatto dopo essere tornato su Twitter dopo essersene allontanato per un anno, notando che la sua timeline era piena di cose a cui non gli importava nulla.

“Questo non significa eliminare tutto ciò che non ti rende felice”, ha detto Tarng alla pubblicazione. “Su Twitter, se tenere il passo con l’attivismo o le questioni politiche è importante per te, allora dovresti continuare a seguire account su quei temi, ma se ti rende davvero triste, allora forse è il caso di prendere la decisione di tenerti aggiornato con il New York Times piuttosto che su Twitter.”

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: Mashable