Speciali: gli ultimi articoli

Aggiornato il 21 aprile 2019 alle 03:29
Cloak & Dagger

Noi di BadTV lo scorso anno eravamo al panel di Cloak & Dagger al San Diego Comic-Con quando venne annunciato il rinnovo della serie per la seconda stagione, che ha debuttato negli Stati Uniti giovedì 4 aprile con i primi due episodi intitolati Restless

Come avrete intuito dalle molte notizie che BadTV pubblica circa i nuovi episodi pilota per la stagione televisiva 2019-20 ed i casting, al momento siamo in piena pilot season, il che significa che network, TV via cavo e servizi streaming sono alla ricerca

I telespettatori sintonizzati qualche giorno fa su talk show del mattino di Rai1 Storie Italiane devono avere pensato di trovarsi di fronte ad un inopportuno scherzo da prete in senso stretto, ma Don Bruno Fasani, noto volto televisivo, che prete lo è

"Esiste un unico Dio e il suo nome è Morte. E c’è un’unica cosa che puoi dire alla morte: “non oggi”. Queste le parole che Syrio Forel - braavosiano, maestro di spada nonché ex Prima Spada di Braavos - rivolgeva ad Arya Stark durante il
Game of Thrones

La saga di Game of Thrones ci ha raccontato, fra i molti cambiamenti, anche quello di un mondo che passa dal dominio dei re a quello delle regine. Le figure femminili forti sono moltissime nella serie della HBO, e il cammino più importante in questo

Ai confini della realtà (The Twilight Zone) è tornato con un nuovo revival. Si tratta del terzo per la serie che già aveva tentato un rilancio nel 1985 e nel 2002. Stavolta al timone del progetto c'è Jordan Peele, regista di Get Out e Noi, un autore

La prima volta che abbiamo visto Sansa Stark aveva 11 anni, era una ragazzina piuttosto ingenua e altezzosa, una sognatrice a tutti gli effetti. Oggi Sansa è una donna coraggiosa, determinata e anche calcolatrice. Al termine della settima stagione di
Game of Thrones

Volendo incasellare Game of Thrones negli schemi classici del fantasy, con tutte le figure ricorrenti e i cliché del genere, Jon Snow sarebbe l'eroe indiscusso della saga. Lo è perché rappresenta l'incarnazione più simile dell'eroe mitico che è stata