Hannibal - Recensioni

Aggiornato il 27 maggio 2019 alle 02:13

"Quando la vita diventerà esasperatamente cortese, pensa a me. Pensa a me, Will." Forse persino Hannibal Lecter (Mads Mikkelsen) si è stupito della velocità con cui le sue parole hanno trovato compimento in The Wrath of the Lamb, ultimo folgorante

SPOILERSe è vero che la quiete precede la tempesta, The Number of the Beast is 666 - preludio al finale di stagione di Hannibal - è l'eccezione più fulgida che la tv recente ricordi. Lo è non solo per l'efferata tortura del malcapitato Frederick Chilton

SPOILERAltra puntata, altro trucco di magia di Hannibal Lecter (Mads Mikkelsen). Dopo aver giocato a proprio piacimento per ben due stagioni in piena libertà, persino dalla propria cella nel carcere psichiatrico di Baltimora il raffinato cannibale riesce a

SPOILER"Colui che creò l'agnello, creò anche te?" Queste le parole di Hannibal Lecter (Mads Mikkelsen) nel dialogo telefonico - splendidamente trasposto in un'immaginaria seduta di psicoterapia nello studio del dottore - con Francis Dolarhyde (Richard Armitage),

SPOILERÈ un'opinione quella che vuoi, Will? Questa la domanda che aveva rivolto Jack Crawford (Laurence Fishburne) a Will Graham (Hugh Dancy) in The Great Red Dragon la scorsa settimana, quando il profiler si era detto intenzionato a chiedere l'aiuto di
Hannibal

SPOILERTre anni anni dopo, un mondo diverso. Tre anni passano, infatti, tra Digestivo e The Great Red Dragon, rispettivamente settimo e ottavo episodio della terza stagione di Hannibal. La differenza non è solo geografica (dalla ricchezza degli ambienti fiorentini

SPOILERLo sapevamo già. Lo sapevamo, che Digestivo sarebbe stato un episodio folle, non fosse altro per il gravoso compito di dover chiudere un ciclo narrativo importante e aprire le porte a una nuova (seppur breve) era per Hannibal. Eppure, non si è mai abbastanza

SPOILER"Transustanziazione" mormora un famelico Mason Verger (Joe Anderson) nel proprio agghiacciante sogno allucinatorio, mentre si lecca letteralmente le dita dopo aver assaporato un Hannibal Lecter (Mads Mikkelsen) morto e preparato a mo' di anatra alla