The Gifted - Recensioni

Aggiornato il 23 maggio 2019 alle 08:02

Ora come ora, la più grave minaccia per i mutanti – almeno per quelli di The Gifted – sembra essere l'accordo tra la Disney e la Fox. Non sappiamo cosa ne sarà degli X-Men sia al cinema che in tv oltre i progetti già annunciati, ma è probabile

SPOILERTornano gli X-Men. Non quelli della saga cinematografica, non quelli vagamente collegati a Legion, ma quelli di The Gifted. La serie della Fox, un po' prodotto per teenager, un po' family oriented, ritorna con una seconda stagione che fin dalla campagna

SPOILERSe il genere dei supereroi arriverà un giorno alla saturazione, potremmo dire con una provocazione che sarà anche a causa di prodotti come The Gifted. Magari non pessimi – il primato spetta a Inhumans ed è inattaccabile – ma incapaci di giustificare,

SPOILERArrivato a questo punto, The Gifted è quel tipo di serie in cui tutto potrebbe anche essere deciso da un generatore casuale di storyline, temi e dialoghi. Un triste privilegio che non aveva nemmeno Inhumans, da parte sua talmente disastrato da risultare
the gifted

SPOILERPura azione e svolgimento di trama in questo midseason finale di The Gifted, che proietta tutti i personaggi, buoni e cattivi – ammesso che questa distinzione qui abbia un senso – verso gli eventi degli ultimi episodi della stagione. Si riparte ovviamente
the gifted

SPOILERIn alcuni momenti di The Gifted emergono lampi di ciò che questa serie, ormai non lontana dalla fine della stagione, avrebbe potuto essere. C'è quella circostanza, sempre esplorata nell'universo degli X-Men, per cui l'accettazione dei propri poteri
the gifted

SPOILERDopo aver girato quasi a vuoto per circa metà stagione, The Gifted imbocca la strada che lo condurrà verso il finale di stagione giocando maggiormente sulla storyline principale. In un episodio che potremmo anche definire il migliore della stagione,
the gifted

SPOILERPer un Inhumans che termina c'è un The Gifted che continua, e per quanto la serie in onda su FOX sia migliore di quella appena conclusasi sulla ABC, al tempo stesso fatichiamo a gioire. Fatichiamo soprattutto, dopo sette episodi a trovare un senso drammatico